Coronavirus nel mondo, oltre un milione di vittime: i dati della crisi

0
42

Continua l’emergenza Coronavirus nel Mondo. Nella giornata di ieri è stata superato il milione di vittime, un terzo proviene dal Nord America.

Coronavirus mondo
Superato il milione di vittime causate dal virus (Getty Images)

L’emergenza da Coronavirus nel mondo non si arresta. Infatti l’intero pianeta, nella giornata di ieri, ha raggiunto il traguardo del milione di vittime causate dal virus. Il conteggio, ovviamente, è partito dalla scoperta del virus in Cina, lo scorso dicembre 2019. Il milionesimo decesso sarebbe stato raggiunto prima della mezzanotte, con il dato che è salito ad un milione di morti su 33 milioni di casi totali.

Stando ai dati della John Hopkins University, di questo milione di vittime ben un terzo sarebbe proveniente dal Nord America. Infatti qui, il dato totale dei morti ammonta a 307 mila. A seguire troviamo il Sud America con 247mila di cui la maggior parte in Brasile, la seconda nazione più colpita dal virus, ed infine troviamo l’Europa con 220mila decessi e che sta affrontando proprio in questo momento la seconda ondata.

Dopo America ed Europa, la zona più colpita resta l’Asia, proprio il continente in cui è iniziato il tutto. Infatti nel grande continente asiatico ci sono stati quasi 190mila morti. La nazione più colpita in questo momento è l’India, con 88 mila i nuovi casi confermati nelle ultime 24 ore e 1.124 i morti. Infine, chiudono la triste classifica Africa ed Oceania con 35mila e 910 decessi.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, Ricciardi: “Vietato sgarrare, i contagi sono ormai al limite”

Coronavirus nel Mondo, l’Oms: “Un milione è un numero terribile”

Coronavirus Mondo
Le dichiarazioni dell’Oms sulla pandemia (Foto: Getty)

Raggiunto il triste record, ha voluto dire la sua sui dati della pandemia anche Michael Ryan, direttore esecutivo del programma emergenze dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Per Ryan infatti il milione è un numero terribile, e nei prossimi mesi questo milione potrebbe addirittura raddoppiarsi. Infatti il direttore esecutivo ha ricordato che la curva dei contagi sta cominciando a risalire in Europa, Medio Oriente e Asia.

A questa risalita dei contagi, ci si aggiunge anche il malcontento della popolazione in seguito alle nuove chiusure di bar e ristoranti o il divieto di raduni. Usa (205mila decessi), Brasile (142mila morti), India (95mila morti) e Messico (più di 76mila decessi), da soli rappresentano la metà delle scomparse causate dal Covid-19. In merito, il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus ha avvertito il mondo affermando che non si può salvare la gente solamente pregando o aspettando un vaccino che arriverà sul tardi.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Coronavirus, chiude scuola a Bari: studenti positivi dopo una festa

L.P.

Per altre notizie di Cronaca, CLICCA QUI !

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui