Crisi economica, segretario Uil: “Emergenza occupazionale da affrontare”

La crisi economica ha prodotto un’emergenza economica che va affrontata al più presto. Questo l’allarme lanciato dal segretario generale della Uil.  

Getty Images

In Italia la crisi economica innescata dalla pandemia di coronavirus inizia a presentare il conto. Questo l’allarme lanciato da PierPaolo Bombardieri, segretario generale della Uil. Questo il motivo per cui la sua associazione ha deciso di organizzare una manifestazione che si terrà il 18 Settembre intitolata “Ripartire da lavoro”. Un modo per chiedere al governo di prendere al più presto dei provvedimenti per affrontare l’emergenza economica. Nel suo intervento, Bombardieri ha dichiarato che “c’è un’emergenza occupazionale da affrontare: ci sono troppe vertenze aziendali per le quali bisogna trovare soluzioni immediate e c’è l’urgenza di approntare una riforma degli ammortizzatori sociali, fondata sulle politiche attive del lavoro, per scongiurare i rischi di un’ingestibile crisi sociale. Venerdì prossimo saremo in piazza a sostegno delle nostre rivendicazioni, per un utilizzo efficace delle risorse del Recovery fund. Chiediamo al Governo di convocarci per un confronto per ripartire dal lavoro e far crescere il Paese”. 

Leggi anche: Stangata per le famiglie italiane: attenti tra settembre e novembre

Crisi economica, Istat: 470 mila occupati in meno rispetto al secondo semestre

Getty Images

L’ultimo rapporto Istat uscito sul mercato del lavoro, ha rilevato che nel secondo semestre del 2020 le persone occupate si sono ridotte di 470 mila unità rispetto al primo trimestre dell’anno. L’occupazione totale nel paese è scesa del 3,6 per cento. Una riduzione che sembra dovuta principalmente al calo del numero di contratti a termine, diventato inevitabile con il lockdown. Aumentano invece i dipendenti stabili, 55 mila in più rispetto allo scorso anno.

Leggi anche: Assegno unico per i figli a partire da gennaio, cos’è e come funziona