Sudafrica, addestratore ucciso da due leonesse: le allevava dalla nascita

In Sudafrica, un addestratore è stato ucciso da due leonesse che allevava da quando erano nate. L’uomo era un sostenitore della convivenza pacifica con la natura e gli animali. 

Getty Images

West Mathewson, un addestratore che viveva a Hoedspruit, una città sudafricana, aveva allevato due leonesse, di nome Demi e Tarne, fin dalla loro nascita. Le stesse che purtroppo lo hanno ucciso sferrandogli un attacco improvviso mentre era in loro compagnia. L’uomo infatti, dopo essere stato aggredito dai due animali, è tornato a casa per farsi soccorrere e trasportare in pronto soccorso. Le ferite però erano troppo profonde e l’addestratore è morto durante il viaggio. Mathewson stava addestrando le due leonesse a non attaccare gli essere umani dopo che queste avevano aggredito e ucciso un bracciante agricolo nel 2017. L’uomo però le aveva sempre difese, sostenendo che si fosse trattato di un incidente e che le avrebbe educate a non compiere mai più atti del genere. 

Leggi anche: Colto in flagrante mentre incendiava pineta, arrestato piromane

Le due leonesse avevano già ucciso un bracciante nel 2017

Getty Images

E negli ultimi anni quello era diventato il suo obiettivo. D’altronde la convivenza tra le due leonesse e l’uomo era sempre stata pacifica e piena di affetto. Eppure, proprio mentre si trovava in loro compagnia, anche l’addestratore è stato assaltato dai due animali riportando delle ferite che gli sono risultate fatali. Mathewson si era sempre dichiarato in vita un convinto conservazionista. Si tratta di una corrente di pensiero che sostiene che l’uomo debba vivere in piena armonia con la natura, facendo tutto il possibile per non alterare nessun tipo di equilibrio a riguardo. Un portavoce della riserva naturale in cui lavorava l’uomo ha dichiarato che “West amava quei felini tanto quanto amava i suoi figli e trascorreva gran parte della giornata con loro ogni giorno. Non gli intendevano fare del male ed è stato solo un tragico incidente”.

Leggi anche: Bambino autistico fa bolle di sapone, vicina chiama polizia per multarlo