Coronavirus, Speranza: “I giovani ci aiutino a contenere il contagio”

Continua a far paura il Coronavirus in Italia, con il ministro Speranza che lancia l’appello ai giovani per contenere la pandemia.

Coronavirus Speranza
Il Ministro si appella ai giovani (Foto: Getty)

Tornano a crescere i casi di Coronavirus in Italia. Tra infetti di ritorno dalle vacanze e mega assembramenti in locali e discoteche, torna a salire vertiginosamente il tasso di contagio, con il paese che vede all’orizzonte lo spettro di un nuovo lockdown. In merito alla pandemia è tornato ad esprimersi anche il ministro della Salute, Roberto Speranza.

Infatti proprio questa mattina, Speranza ai microfoni ha chiesto aiuto ai giovani italiani per contenere la diffusione del Coronavirus. Il ministro ha ricordato ai giovani italiani che tra meno di un mese il paese deve ripartire, tra riapertura di scuole e università in tutta sicurezza. Per Speranza, la partita contro il virus dipende dai nostri comportamenti, cercando di evitare una nuova chiusura in casa del popolo italiano.

Il Ministro Speranza ha riservato belle parole per i teenagers italiani, lodando il comportamento ligio alle regole durante il lockdown di marzo. Ma come sempre, l’invito è quello di non abbassare la guardia.

Coronavirus, il ministro Speranza: “Non possiamo sbagliare sul tema scuola”

Coronavirus Speranza
Il Ministro torna a parlare di scuola (Foto: Facebook)

Ma uno dei temi più caldi, oltre ad un nuovo lockdown, resta quello della scuola. Infatti tra poco meno di un mese, gli studenti italiani torneranno negli edifici scolastici, cercando di farlo in totale sicurezza. Speranza ha affermato che anche il provvedimento nei confronti delle discoteche mira a tutelare il ritorno in classe degli studenti italiani. Per il Ministro è molto importante il rapporto strutturale tra scuola e sanità. Speranza, infatti vuole recuperare la riforma del 1961 sulla medicina scolastica, sparita nel 1990 a causa dei tagli.

Resta importante anche il tema dell’aumento dei contagi. Resta ottimista il ministro della Salute, ricordando che l’Italia gode di una posizione migliore rispetto al resto dei paesi europei. Infatti in Spagna e Francia sembra essere scoppiata nuovamente la pandemia, con il paese transalpino che ha fatto registrare oltre 2mila contagi nelle ultime 24 ore.

Così per limitare un nuovo aumento di contagi, Speranza ha stabilito l’obbligo di tampone per tutti coloro che rientrano nel Paese, tenendo così sotto controllo il dato dei nuovi contagi e limitando il progressivo aumento degli infetti. Il ministro ha concluso la intervista affermando di prendere in considerazione dei nuovi test salivari.

L.P.

Per altre notizie di Politica, CLICCA QUI !