Bar Refaeli, guai per la modella israeliana: condanna per evasione fiscale

Guai in vista per Bar Refaeli. La modella israeliana dovrà scontare nove mesi di servizi sociali per reati di evasione fiscale

bar refaeli evasione
Bar Refaeli accusata di evasione fiscale (Getty Images)

Non è un bel periodo per Bar Refaeli. La bellissima modella israeliana è stata infatti accusata per ben quattro reati di natura fiscale, che le costeranno una pena decisamente grave. La 35enne dovrà prestare nove mesi di servizi sociali presso una comunità.

Ancor più grave la sanzione prevista per la madre che, insieme alla figlia, ha eluso una cifra vicina ai 10 milioni di dollari. Zipi, accompagnata in tribunale anche dal marito Raffi, dovrà scontare 16 mesi di carcere. La famiglia ha patteggiato e raggiunto un accordo di questo tipo il mese scorso, dopo numerose accuse da parte dello Stato. Inoltre, la famiglia è chiamata a pagare una multa di 1,5 milioni di dollari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Australia, marito finge la vittoria al Gratta e Vinci: moglie trova il jackpot

Bar Refaeli, le accuse dello Stato israeliano

bar refaeli
Dovrà scontare una pena insieme alla madre (Getty Images)

Alla fine, si è conclusa la vicenda che ha visto Bar Refaeli e sua madre essere coinvolte in diversi reati per evasione fiscale. La modella 35enne ha sollevato un vero e proprio polverone in Israele. Considerata una delle modelle più famose ed affascinanti al mondo, uno scandalo del genere ha fatto decisamente parlare. Nel corso del processo, la donna ha provato a difendersi spiegando come lei viveva negli Stati Uniti insieme all’allora fidanzato Leonardo Di Caprio, e non dovesse perciò pagare le tasse israeliane.

Alla fine, i pubblici ministeri hanno categoricamente respinto la richiesta della donna, accusandola – tra le altre cose – di non aver pagato l’affitto della sua casa a Tel Aviv, dove viveva da tempo. Inoltre, dalle indagini è emerso che la modella avesse chiamato un architetto per dei lavori in cambio di pubblicità, e avrebbe anche ricevuto una macchina con lo stesso modus operandi. Il tutto senza dichiarare nulla.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> KFC, il colosso dei fast food studia crocchette di pollo fatte in laboratorio