Valentino Rossi, accordo con la Yamaha Petronas: altri 2 anni in MotoGP

Valentino Rossi, accordo con la Yamaha Petronas: altri 2 anni in MotoGP. Il “Dottore” continuerà a correre fino al 2022 con il team satellite

Valentino Rossi
Valentino Rossi, accordo con la Yamaha Petronas: altri 2 anni in MotoGP (Foto: Getty)

Valentino Rossi continuerà a correre in MotoGP per altri due anni. Il numero 46 ha firmato un accordo di un anno più uno (in opzione) con il team Yamaha Petronas e affiancherà Franco Morbidelli. La conferma è arrivata nelle ultime ore ed è stata riportata anche dalle colonne della Gazzetta dello Sport. L’annuncio ufficiale arriverà nel prossimo week end a Jerez, durante il primo appuntamento del Mondiale 2020.

Dopo qualche tentennamento dunque, Rossi ha rotto gli indugi dopo aver avuto la conferma che riceverà un trattamento uguale a quello di Vinales e Quartararo nel team ufficiale.

POTREBBE INTERESSATI ANCHE >>> Dovizioso, infortunio alla spalla sinistra: a rischio l’esordio in MotoGP

Valentino Rossi, accordo con la Yamaha Petronas: altri 2 anni in MotoGP

Rossi
Valentino Rossi, accordo con la Yamaha Petronas: altri 2 anni in MotoGP (Foto: Getty)

Il Ceo di Dorna, Carmelo Ezpleta, si è speso in prima persona per convincere Valentino a prolungare la sua esperienza nel motomondiale. Inutile nascondere infatti, che il peso a livello commerciale del “Dottore” sia senza uguali, essendo tutt’oggi ancora il pilota più amato dei fan.

A quanto pare anche le cifre della firma sarebbero simili a quelle dell’attuale contratto con la Yamaha Factory, confermando il trattamento di primo piano che la scuderia giapponese vuole conferire al suo campione.

Rossi inizierà il 19 luglio la sua 25sima stagione agonistica, potendo arrivare nel 2022 a 27, come nessuno mai prima. L’obiettivo è tagliare il traguardo delle 450 partenze, sperando magari di ritoccare il record di 115 vittorie, a meno 7 dal primato assoluto di Agostini (122).

Sicuramente una spinta in avanti per tutto il movimento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> MotoGp, Valentino Rossi e i dubbi sul ritiro: decisione vicina