M5S Venezuela, Matteo Renzi: “Si indaghi sui soldi, spero sia falso”

Se da un lato il premier Giuseppe Conte ha dichiarato di non voler commentare le “vicende interne”, dall’altro, il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, si è espresso sulla questione M5S Venezuela.

Matteo Renzi
Matteo Renzi (photo Gettyimages)

La notizia è quella dei presunti soldi in nero arrivati al Movimento 5 stelle direttamente dal Venezuela, attraverso Nicolas Maduro. Secondo quanto riportato dal giornale Spagnolo ABC, il Movimento avrebbe ricevuto, nel 2010, una somma pari a 3,5 milioni di euro dall’allora Ministro degli esteri venezuelano.

Come riporta Skytg24, il premier Giuseppe Conte ribadisce come non sia opportuno commentare “vicende interne a una delle forze politiche che sostengono la maggioranza”. Non sembra, però, essere della stessa linea, il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, che ha invece ribadito, dal canto suo, l’importanza di far luce sulla questione.

Leggi anche >>> Cassa Integrazione, Conte annuncia: “Prorogata di 4 settimane”

Renzi si esprime sulla questione Movimento 5 stelle – Venezuela

Davide Casaleggio
Davide Casaleggio (photo Gettyimages)

Le parole del leader di Italia Vita, riportate da Skytg24, invitano alla chiarezza. L’ex segretario del Partito Democratico ha infatti chiesto che si indaghi sui presunti soldi arrivati dal Venezuela, così come accaduto con la Lega: “È giusto che si indaghi sui soldi venezuelani al M5S, come si è indagato sui rubli di Salvini che poi non c’erano”.

Allo stesso tempo, Matteo Renzi spera che tutto ciò sia falso: “La speranza – sostiene il leader politico – è che si possa fare politica confrontandosi sulle idee e non tirandosi addosso le inchieste”.

Intanto, anche Davide Casaleggio è intervenuto sulla delicata questione, difendendo il nome di suo padre, il co-fondatore del Movimento Gianroberto Casaleggio, morto nel 2016. Le parole di Davide Casaleggio voglio far chiarezza sulle modalità dei finanziamenti del partito. Le modalità, stando alle sue parole, sono state sempre trasparenti: “Il Movimento 5 Stelle è l’unico ad aver reso pubblici tutti i bilanci. Mio padre non è mai andato in Venezuela”. Inoltre, il figlio di Gianroberto ha chiesto esplicitamente che non venga, in alcun modo, infangato il nome di suo padre.

Potrebbe interessarti anche: Soldi al M5S dal Venezuela, presunti finanziamenti a Casaleggio: i dettagli

F.A.