Coronavirus, De Luca: “Con fase 2 non siamo tornati alla normalità” 

0
4

Coronavirus, Vincenzo De Luca richiama la Campania all’attenzione. Messaggio del presidente dopo l’ordinanza i primi segnali di assembramento grazie alla nuova ordinanza locale.  

Coronavirus

Coronavirus, Vincenzo De Luca richiama subito all’attenzione. Il presidente della Regione Campania, dopo quanto accaduto ieri, si è visto costretto a far un chiarimento attraverso la propria pagina Facebook.

Un’ordinanza locale partita ieri, la quale ha concesso la mobilità a nelle fasce orarie dalle 6,30 alle 8,30 e dalle 19.30 alle 22.30, ha infatti creato subito pericolosi assembramenti sul territorio. Una situazione che ha portato a tante segnalazioni e a un primo richiamo già in serata attraverso il proprio profilo Facebook.

🔴 COVID-19, APPELLO AI CITTADINI:O C'È RESPONSABILITÀ O SI TORNA TUTTI A CASAOggi, lunedì 27 aprile, dopo molte…

Pubblicato da Vincenzo De Luca su Lunedì 27 aprile 2020

Coronavirus, l’avviso di De Luca per la fase 2

Oggi il governatore ha ribadito il concetto con un importante messaggio via video: “Ieri – riferisce – è stata la prima giornata nella quale abbiamo aperto a due fasce orarie alla mobilità dei cittadini. Chiariamo che non siamo tornati alla normalità, era semplicemente un modo per dare respiro alle famiglie dopo due mesi di chiusure”.

Si può uscire, sì, ma con estrema moderazione e con tre regole fondamentali alla base: “Ma non è il ritorno alla normalità e bisogna rispettare tre condizioni esemplari: la mascherina, sempre, lavarsi le mani, sempre, mantenere il distanziamento sociale, un metro e mezzo o due metri. Bisogna ricordare questi tre obblighi, perché tali sono”, sottolinea De Luca.

Potrebbe interessarti anche —-> Coronavirus, studio svela: “Con fase 2 si rischiano 70 mila morti” 

Come poi evidenzia il politico, oltre alle direttive istituzionali, deve seguire anche parecchio buonsenso dai cittadini: “Se si creano nuovi assembramenti, noi corriamo il rischio di vedere riaccendersi l’epidemia. Su questi bisogna essere estremamente responsabili. Non bastano le ordinanze se non c’è senso di responsabilità dei cittadini”.

Non bastano le ordinanze se non c’è senso di responsabilità da parte dei cittadini

🔴 #CORONAVIRUS: ieri è stata la prima giornata nella quale abbiamo aperto, in due fasce orarie, alla mobilità dei cittadini.Chiariamo che non siamo tornati alla normalità: è semplicemente un modo per dare respiro alle famiglie dopo due mesi di chiusura. Ma non è il ritorno alla normalità e bisogna rispettare tre condizioni essenziali:1️⃣ la mascherina, sempre;2️⃣ lavarsi le mani, sempre;3️⃣ mantenere il distanziamento sociale di un metro e mezzo/due metri.Bisogna ricordare questi tre obblighi e rispettarli, sempre. Se si determinano nuovi assembramenti, noi corriamo il rischio di vedere riaccendersi l’epidemia.Bisogna essere estremamente responsabili.Non bastano le ordinanze se non c’è senso di responsabilità da parte dei cittadini.

Pubblicato da Vincenzo De Luca su Martedì 28 aprile 2020

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui