Di Maio apre al Mes: “Con l’Unione Europea si può trattare”

Il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, apre al Mes. Per l’ex esponente del Movimento 5 Stelle con l’Europa si può trattare.

Di Maio Mes
Luigi Di Maio dice la sua sul Mes (Getty Images)

Un’apertura inaspettata questa mattina quella di Luigi Di Maio sul Mes. L’ex deputato pentastellato infatti si è mostrato a favore del Meccanismo Europeo di Stabilità, annunciando come questa sia la partita della vita per l’Italia e di come sia appena iniziata.

Durante la sua intervista, il Ministro degli Esteri ha anch fatto i soi apprezzamenti per il manager Colao a cui è stata affidata la task force. Infatti per il ministro Colao rimane un grande manager che spesso viene usato solamente per tirare giù il premier Conte.

Al ministro degli esteri è stato cheisto anche se “lavorare in nero” fosse reato. L’ex leader pentastellato a questa domanda è andato con i piedi di piombo, rispondendo che si è reato, ma che un padre deve comunque trovare un modo per portare il piatto a tavola. Di Maio ha inoltre annunciato che proprio nella giornata odierna, 25 aprile, dobbiamo trovare lo spirito dei nostri nonni per sconfiggere il virus.

Di Maio sul Mes: “Ecco perchè l’Europa dovrebbe aprire al fondo perduto”

Di Maio Mes
Le parole del ministro sulla concessione di soldi a fondo perduto (photo Gettyimages)

Durante la sua lunga intervista, Luigi Di Maio ha anche spiegato il perchè l’Europa dovrebbe concedere dei soldi a fondo perduto. Il ministro ha infatti dichiarato: “Un finanziamento a fondo perduto non significa regalare i soldi. Significa entrare in un circuito in cui le risorse finanziarie della Commissione vanno comunque restituite. Francia, Spagna e Portogallo sono sulla stessa posizione. Stiamo solo chiedendo una forma concreta di solidarietà“.

Poi il Ministro degli Esteri ha appoggiato il premier Giuseppe Conte sulla proposta Recovery Fund. Per Di Maio però è importante capire quali saranno i tempi di stanziamento e le risorse fornite. Infatti il ministro ha affermato che l’Italia non può aspettare e che i tmepi devono essere certi.

Infine Luigi Di Maio si è espresso sulla ricorrenza del 25 aprile, ricordando che oggi per molti versi stiamo affrontando una guerra e per questo dobbiamo ritrovare lo spirito di sacrificio dei nostri nonni.

L.P.

Per altre notizie sulla Politica Italiana, CLICCA QUI !