Coronavirus, studio rivela: numero di contagi più alto di quanto dichiarato

0

Secondo uno studio effettuato negli Usa, i contagi da Coronavirus sarebbero di molto più alti rispetto a quelli dichiarati dalle fonti ufficiali

coronavirus contagi
Secondo uno studio effettuato dall’Università di Stanford, i contagi da Coronavirus sarebbero molto più alti di quanto dichiarato (Getty Images)

Ogni giorno, fonti istituzionali da ogni parte del mondo forniscono dati aggiornati relativi ai nuovi casi di persone positive al Coronavirus, oltre a comunicare i decessi e i guariti. Sono numeri agghiaccianti e ancora troppo alti per pensare di tornare alla vita che abbiamo lasciato prima che scoppiasse l’emergenza. A livello globale, gli Stati Uniti sono il Paese che maggiormente sta subendo le conseguenze della pandemia, con dati terribili.

Ma questi, seppur così alti, sarebbero ben lontani dalla realtà dei fatti. Secondo uno studio effettuato dall’Università di Stanford, in California, la diffusione del Coronavirus sarebbe da 50 a 85 volte più alta rispetto a quanto comunicato. Facendo dei calcoli veloci, si avrebbero quindi dei numeri ancor più preoccupanti rispetto a quelli già di dominio pubblico.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Coronavirus, donna partorisce in coma: ora può abbracciare il figlio – VIDEO

Lo studio sul Coronavirus: lo svolgimento della ricerca

coronavirus contagi
Si parla di un numero fino a 85 volte maggiore rispetto a quanto dichiarato (Getty Images)

Lo studio, effettuato dall’Università di Stanford, in California, dimostrerebbe come i dati relativi alle persone positive al Coronavirus non rappresentano al 100% la realtà. Anzi, si tratterebbe di numeri fino a 85 volte più bassi. Per arrivare a questa conclusione, alcuni ricercatori hanno preso un campione di 3300 persone sane della contea di Santa Clara, i quali si sono sottoposti ad un test per verificarne gli anticorpi. Quando è partita la ricerca, nella contea si contavano poco più di 1000 casi e 50 morti.

Secondo quanto emerso dalla ricerca, però, il numero di contagiati possibile nella contea sarebbe molto più alto. Considerati i tassi di persone con anticorpi, si potrebbe tranquillamente parlare di una cifra compresa tra i 48mila e gli 81mila positivi. Veritiero invece il numero dei decessi, che porta quindi ad un’altra conclusione: anche il tasso di mortalità è molto più basso. Se con i dati ufficiali negli Usa si parla di un tasso del 4,1%, con i dati raccolti dai ricercatori sarebbe compreso tra lo 0,12% e lo 0,2%.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Amazon controcorrente: spinge clienti ad acquistare meno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui