Nasce Nissan Switch, l’abbonamento mensile per auto come Netflix

Nissan Switch starà al mondo dell’auto come Neflix a quello della televisione. L’auto diventa on-demand con un abbonamento mensile e una app. Scopriamo come funziona.

Nissan Switch (foto Nissan)
Nissan Switch (foto Nissan)

Potrebbe essere una rivoluzione per il mondo dell’auto. In Texas, negli Stati Uniti, nasce Nissan Switch. Basta scaricare una app, avere una carta di credito e una patente, poi il gioco è fatto.

Il sistema funziona esattamente come Netflix: due livelli di abbonamento mensile ed è possibile cambiare l’auto ogni volta che serve, a seconda delle necessità: piccola, grande, fuoristrada o sportiva.

LEGGI ANCHE >>> Airbag killer, qualche consiglio quando siamo in auto con i bambini

Nissan Switch, due livelli di abbonamento offerti

Nissan switch (foto Nissan)
Nissan switch (foto Nissan)

Il servizio è in corso di sperimentazione a Houston in Texas. Per accedere basta scaricare l’apposita app, registrare la propria patente e una carta di credito. Non serve altro, se non scegliere il tipo di abbonamento.

Quello base, chiamato select, ha un costo di 699 dollari mensili e permette l’accesso a tutta una serie di auto, mentre il premium, ad un prezzo di 899 dollari, permetterà anche di scegliere la Leaf plus, elettrica pura e altre vetture premium. Nell’abbonamento è compreso tutto, assicurazione, manutenzione e assistenza.

POTREBBE INTERESSARTI >>> In Autostrada contromano, 90enne rischia di essere travolto – VIDEO

Non c’è una durata minima per tenere l’auto scelta: volendo si può cambiare tutti i giorni, in funzione delle necessità che si hanno. Magari serve un’auto piccola per muoversi in centro, oppure una più grande per fare la spesa o trasportare oggetti importanti, ma anche un viaggio in montagna, dove è meglio avere un 4×4.

Per chi poi ha voglia di togliersi uno sfizio sportivo, è possibile ritirare una potentissima GT-R, che però ha un costo aggiuntivo di 100 euro al giorno. L’iscrizione invece ha una quota fissa di 495 euro e non c’è una durata minima del contratto. Si può attivare e disattivare in funzione delle necessità: è questo il futuro dell’auto?