email marino – foto –

Forse palati troppo fini, forse perché già sazi sebbene scappino dalla fame nel mondo, forse cibo non coranicamente corretto, fatto sta che lo spreco alimentare è evidente. Un video è stato girato nel centro di accoglienza di Fiano Romano, dove ogni giorno i cassonetti dell’immondizia si riempiono di cibo letteralmente gettato senza neanche essere aperto. Questa è una assurdità che bisogna denunciare Ospitiamo gli immigrati, diamo loro un tetto, del cibo, spesso anche un lavoro, e loro ci ripagano con un netto rifiuto. Immaginate se noi andassimo in uno dei loro paesi e pretendessimo tutto quello che hanno loro, immagino che verremmo cacciati immediatamente a calci, se non peggio.

E questo tipo di situazioni non accadono solo nel Lazio. Come ha riportato alcune settimane fa il Corriere delle Alpi, i vicini di casa d alcuni richiedenti asilo ogn giorno vedevano gettare nell’immondizia il cibo che gli operatori avevano portato ai migranti secondo le indicazioni della dietista. Quando gli abitanti del quartiere hanno chiamato i responsabili dell’accoglienza, questi hanno spiegato che non è la prima volta che i migranti si comportano in questo modo. Anzi. Hanno aggiunto che gli immigrati non sono soliti nemmeno dedicarsi ai lavori più semplici, come tagliare l’erba, e sono refrattari pure a stendere i panni sullo stendino invece che sulla ringhiera dell’appartamento. Con il cibo fanno lo stesso. Come scrive il Corriere delle Alpi “se si intestardiscono di volere l’aranciata o la coca cola al posto dell’acqua minerale o se non vogliono il riso normale perché si impuntano su un’altra qualità, inscenano delle eclatanti azioni di protesta, come quella di gettare gli alimenti sulla strada”.