rimini butungu

Lo stupro di Rimini continua a far discutere. Nelle scorse ore, Claudia Nozzetti, assessore del Movimento 5 stelle al Lavoro, Attività Economiche e Produttive, Politiche Sociali e Politiche di Venaria, comune alle porte di Torino, ha pubblicato un post che sta facendo molto discutere.

La grillina ha condiviso la notizia della richiesta di estradizione presentata dalla Polonia per i quattro uomini del branco che hanno violentato la turista polacca e picchiato violentemente il compagno. La Nozzetti ha poi commentato così la notizia: “Hanno fatto bene a richiamarseli e spero che li obblighino a tagliarselo uno con l’altro e a farglielo mangiare….i poverini fuggiti dalle guerre e bisognosi di accoglienza e affetto. In alternativa dateglieli in cura a casa della boldracchia…”.

Parole forti quelle usate dalla Nozzetti che, rendendosi conto di aver esagerato, prima cancella il post e poi chiede scusa:

“Scusandomi, desidero peraltro fare alcune precisazioni a proposito del commento di ieri. Il concetto è stato espresso con parole eccessive, forti e inadeguate condivise più su una scia emotiva che razionale”. E ancora: “Parole esterne a un ruolo istituzionale che soltanto parzialmente investe la mia vita, fatta al di sopra di tutto di quotidianità e problemi emotivamente vissuti che vanno ben oltre la semplice necessità di apparire. Al netto di ogni necessità, il commento proprio per le parole espresse è da censurare. Auspico in ogni caso una svolta nell’intraprendere azioni atte a tutelare indistintamente tutti”.