Clamorosa notizia che arriva dalla Tunisia: il paese nordafricano sta svuotando le carceri e indovinate dove andranno a finire i malviventi? Nel nostro Belpaese.

Sono  migliaia i detenuti in prigione e i reati sono spaccio e furto graziati dal presidente della Repubblica di Tunisia in occasione di due ricorrenze: la fine del Ramadan a giugno e il 60mo anniversario della Repubblica a luglio.  Quando ci sono queste occasioni è una festa per i detenuti.

 

La cosa strana è che nello stesso periodo c’è stato un clamoroso  boom di sbarchi di tunisini. Molti immigrati inoltre, riescono a scappare senza essere schedati. E anche quelli che vengono registrati riescono lo stesso a fuggire. Lampedusa, secondo gli inquirenti è diventata un carcere a cielo aperto