Succede in Cile, all’ospedale San Juan de Dios a Santiago del Cile: un’adolescente di appena 15 anni è morta a causa di un’encefalopatia ipossica ischemica.

La giovane, come riporta leggo.it, prima di spirare, è stata in coma alcuni giorni; si pensa che abbia assunto droghe prima di essere violentata da un giovane peruviano conosciuto pochi giorni prima su facebook.

Steve Audriu Chanter Cayazo, di 21 anni, è il ragazzo conosciuto dalla giovane. Dopo essere uscita di casa alcuni giorni fa per andare a scuola, la ragazza si è incontrata con lui, si sono trasferiti a casa sua e, dopo aver fumato marijuana, hanno iniziato ad avere un rapporto prima che lei avesse le convulsioni.

Il ragazzo racconta di aver conosciuto la giovane circa un mese prima sui social; da li il fidanzamento. Ma le cose, secondo gli inquirenti, potrebbero essere andate diversamente. Secondo la documentazione dell’ospedale, infatti, l’adolescente presentava lesioni attribuibili ad abusi sessuali.

Oltre a questo fondamentale aspetto, il referto medico parla di sostanze stupefacenti più forti della sola marijuana presenti nel corpo della vittima.

Le indagini sono ora in corso per riuscire a chiarire i contorni di questa misteriosa vicenda. Intanto, Chanter Cayazo è in carcere preventivo per 60 giorni.