La rinascita dopo il Covid: Bergamo e Brescia capitali della Cultura 2023

Il programma delle celebrazioni dal 20 al 22 gennaio.

Bergamo e Brescia capitali cultura 2023 - Foto di Ansa Foto
Bergamo e Brescia capitali cultura 2023 – Foto di Ansa Foto

Procida ha passato il testimone a Brescia e Bergamo. Le due città sono ora pronte per la cerimonia ufficiale di inaugurazione di Capitale italiana della Cultura 2023. Si celebrerà al Teatro Grande di Brescia, dove oggi, venerdì 20 gennaio, sarà presente anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dove lo attendono quasi mille persone, tra rappresentanti delle istituzioni e i 205 sindaci bresciani.

La cerimonia di apertura sarà in contemporanea e in videocollegamento con Bergamo. Presente anche il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano. L’inno nazionale, introdotto da Bergamo dal clarinetto di Gianluigi Trovesi, verrà cantato da un coro di bambini.

Durante la cerimonia ci saranno intervalli musicali del violinista Giuseppe Gibboni, della chitarrista classica Carlotta Dalia e del soprano Laura Ulloa, accompagnata dal pianoforte del maestro Danilo Rea.

Il passaggio di consegne da Procida a Brescia e Bergamo è avvenuto due giorni fa. “È stata una scelta fatta per decreto e legata a un fatto storico rilevantissimo. Parliamo infatti delle due province che sono state maggiormente colpite dalla prima ondata della pandemia. Sono città importanti da un punto di vista imprenditoriale ma che hanno anche eccellenza dal punto di vista culturale e artistico. Questo significa sottolineare la rinascita che avviene attraverso la cultura. Far rinascere le province di Bergamo e Brescia rispetto alla tragica scia di lutti che ci sono stati significa quindi ripartire dalla cultura, che può essere uno strumento di resilienza e di ripartenza”. Così, il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano.

Programma delle celebrazioni

Il programma del 21 gennaio prevede un palcoscenico a cielo aperto che al mattino si svolgerà con programmi speculari. Nel pomeriggio a Brescia ci sarà una sfilata con quattro cortei composti da migliaia di persone che da diversi punti della città si incontreranno in piazza della Loggia, dove verranno accolti da ballerini e bande musicali.

Dalle 17 ci sarà un galà-concerto condotto da Ambra Angiolini con Fausto Leali, Francesco Renda, Mr Rain, Coma Cose, Frah Quintale. Dalle 22 diventerà un concertone con tanti artisti sul palco.

A Bergamo invece, il 21 gennaio dopo la sfilata dei quattro cortei ci sarà la celebrazione dei Nuovi Mille, che rappresentano la città del futuro. A partire dalle 17, in piazza Vittorio Veneto si alterneranno coreografie, musiche, animazioni grafiche. Il 22 gennaio invece, ci saranno inaugurazioni di mostre e musei aperti in entrambe le città.

A Brescia A2A e Centro Teatrale Bresciano ci sarà Torneremo ancora – concerto mistico per Battiato, il nuovo progetto di Simone Cristicchi e Amara che sarà al Teatro Sociale. A Bergamo invece, il Teatro Donizetti accoglierà famiglie e bambini per lo spettacolo Cappuccetto Rosso della Compagnia La Luna nel letto. Il 22 gennaio tutti i musei e le istituzioni culturali saranno aperti.