Vuoi acquistare una casa? Ecco le città più care di tutte

Una delle incognite principali sul mercato della casa è l'andamento dei tassi di interesse.

Mutuo casa - Foto di pexels.com
Mutuo casa – Foto di pexels.com

Secondo le previsioni degli esperti, il mercato immobiliare subirà molti cambiamenti nel 2023. Il primo riguarda proprio le transazioni, perché si ridurrà il numero degli acquirenti. E gli affitti potrebbero aumentare a causa di un’offerta minore.

Secondo Nomisma, il 2022 si sarebbe concluso con 767mila compravendite, con un aumento del 2,4% rispetto al 2021. Il 2023 invece, sarà caratterizzato dalla diminuzione degli acquisti delle case di oltre il 13%.

Questo potrebbe comportare un aumento dei prezzi che andrà avanti fino al 2023. I rialzi maggiori si registreranno a Milano con il 6% nel triennio, a fronte dell’1,9% medio delle grandi città e del 2% di Roma.

Il calo del 19,9% delle richieste di mutuo, spiega il Corriere della Sera, potrebbe comportare un aumento della quota di acquisti per contanti. Le prospettive sono buone per chi vende immobili di lusso e promotori che offrono immobili in cantiere.

Mutuo a tasso fisso e variabile

Una delle incognite principali sul mercato della casa è l’andamento dei tassi di interesse. La diminuzione degli acquisti comporterà un conseguente aumento della domanda degli affitti. Ma non a lungo temine soprattutto nelle grandi città, in quelle universitarie o turistiche.

Avviare oggi un mutuo a tasso fisso significa pagare una rata maggiore di circa 200 euro rispetto all’anno scorso. La rata mensile di uno da 20mila euro sarebbe 1.170 euro contro i 992 dell’anno scorso. Il mutuo a 30 anni è passato da 719 a 909 euro.

L’aumento della rata rende ovviamente più difficile anche ottenere il prestito dalla banca, perché è necessario un reddito di almeno 500 euro più alto rispetto allo scorso anno.

Secondo un’indagine del Corriere della Sera, acquistare una cosa di 80 metri quadri a Milano bisogna disporre di 1.382 euro al mese per un mutuo, a Napoli 723 e a Torino 513. La media di Roma è 885 euro al mese. Si tratta comunque di cifre simili a quelle degli affitti.