Vergogna a Napoli: alcuni bulli costringono un uomo a entrare in un cassonetto della raccolta differenziata. Una volta che la persona era entrata dentro, i delinquenti hanno poi rovesciato il cassonetto con l’uomo ancora all’interno. Il tutto è stato ripreso con uno smartphone e poi pubblicato su TikTok dagli stessi aggressori. Filmato che, purtroppo, è diventato in poco tempo virale sul web. La denuncia arriva dal deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, Francesco Emilio Borrelli.

Napoli, costringono uomo a entrare in un cassonetto

I fatti sono accaduti nel quartiere di Fuorigrotta, zona Ovest della città. “Questo è il Natale dei vigliacchi, siamo sulle tracce di questi balordi che sono stati denunciati anche alla Polizia Postale, devono essere puniti a dovere – ha detto il deputato di Alleanza Verdi-Sinistra, che ha ricevuto la segnalazione – Vogliamo individuare i responsabili di questa vergogna per dare un segnale forte. Purtroppo, è l’ennesimo caso che segnaliamo di ‘bulli’ che si divertono a far del male alle persone fragili”, aggiungendo che “un atto del genere non è una bravata, non è una goliardata. Non c’è proprio nulla da divertirsi”.

Sulla vergognosa vicenda è intervenuto anche il deputato Alfredo Antonio Antoniozzi, vicecapogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera. “I ragazzi napoletani ripresi nel video su Tik Tok mentre buttano un uomo nel cassonetto non sono bulli ma criminali e come tali vanno trattati. Mi auguro che polizia e Procura individuino subito queste persone che meritano una sanzione penale esemplare”.