Netflix, cambia tutto nel 2023: arriva il tanto temuto stop

Sono tante le novità previste per il 2023 da parte dell’universo Netflix. Per tutti gli abbonati arriva il temuto stop: cosa sta succedendo.

Netflix in queste ore sta già programmando per l’anno prossimo. Tantissime le serie in arrivo per l’utenza, ma tante sono anche le novità sia in positivo che in negativo: adesso il temuto stop diventa realtà.

Netflix
Il grande stop in arrivo dal prossimo anno (Via Pexels)

Il prossimo anno segna un crocevia importante per Netflix che finalmente potrebbe porre fine alla possibilità di condividere la password con persone esterne al proprio nucleo familiare già dall’inizio del 2023. A rivelare la grande novità ci ha pensato il Wall Street Journal. Infatti il sito statunitense ha anche finalmente dato un riferimento temporale alla mossa che bramava da tempo il colosso dell’intrattenimento. Quello della condivisione delle password è un tema da tempo all’esame dei vertici aziendali.

Infatti secondo un recente studio dell’azienda si stima che per 222 milioni di famiglie abbonate ce ne siano 100 che utilizzano account di amici o parenti per accedere ai contenuti della piattaforma. Fino a qualche anno fa Netflix aveva fatto buon viso a cattivo gioco proprio complice l’incremento costante dell’utenza. Le entrate in calo dell’ultimo anno e la prima perdita di abbonati in dieci anni ha però spinto l’amministratore delegato Reed Hastings ad agire diversamente.

Netflix, verso l’addio alla condivisione della password: sarà a pagamento

Netflix
Cosa succederà alla condivisione della password (via Ansa Foto)

Dall’arrivo del prossimo anno, Netflix è intenzionata a chiedere a coloro che condividono il proprio abbonamento con soggetti che non fanno parte del proprio nucleo di pagare un sovrapprezzo per continuare a farlo. Prima di lanciare al mondo questa novità, il colosso dell’intrattenimento l’avrebbe sperimentata in alcuni paesi del Sud America. In questi paesi è stato chiesto ai proprietari di fornire un codice di verifica a coloro ai quali volessero dare la possibilità di accedervi.

Successivamente per ogni utente che ha poi utilizzato quel codice per accedere a Netflix, la piattaforma ha addebitato al proprio abbonato tre dollari al mese in più. Presto quindi il colosso dell’intrattenimento potrebbe mplementare questa opzione anche negli Stati Uniti, con un costo credibile di poco inferiore a quello del nuovo piano con le pubblicità che costa solamente 6,99 dollari al mese. Il 2023 quindi sembra essere proprio l’anno della stretta definitva sulla condivisione dell’account.