Manovra, Gusmeroli (Lega) a iNews24: “Nessun esercizio provvisorio: in passato, approvazioni ancor più sul filo di lana”

Alberto Gusmeroli - Foto di iNews24
Alberto Gusmeroli – Foto di iNews24

Ai microfoni di iNews24, il deputato della Lega Alberto Gusmeroli, presidente della Commissione attività produttive, commercio e Turismo e Responsabile Unità Fisco del Dipartimento Economia del partito di Salvini.

Onorevole, a che punto si è con la discussione in Aula sulla manovra?
Ormai dovremmo essere in dirittura di arrivo, considerando che sono due mesi che si è formato il Governo è stato fatto un ottimo lavoro, per una manovra che stanzia per due terzi aiuti sul caro energia a famiglie e imprese“;

Quindi il voto per la fiducia è vicino?
Si dovrebbe votare prima di Natale, in tempo per fare il passaggio tra Natale e Capodanno al Senato e approvare definitivamente la manovra di Bilancio“;

Enrico Letta ha definito la legge di Bilancio “la più pasticciata degli ultimi vent’anni”. 
Probabilmente Enrico Letta non si è ancora ripreso dalla sconfitta elettorale o dal fatto che quasi sempre negli anni precedenti il Pd, pur sconfitto, governava ugualmente. Negli ultimi giorni la manovra è stata ulteriormente migliorata sia dal governo che dal Parlamento, Sono entrati tantissimi interventi a 360 gradi: riduzione Iva sui pellet, bonus mobili, sblocco avanzi dei Comuni, riduzione Iva sul teleriscaldamento, aumento dei congedi parentali e molto altro“;

Come spiega la questione dell’emendamento approvato per sbaglio che stanziava 450 milioni per i Comuni?
Qualche criticità tecnica può capitare durante lunghe votazioni. L’importante è accorgersi e sistemarle. Credo che quasi sempre anche negli anni passati ci siano stati interventi della Ragioneria per sistemare alcune coperture o piccole criticità“;

I tempi per evitare l’esercizio provvisorio verranno rispettati?
Assolutamente. In passato abbiamo avuto approvazioni ancora di più sul filo di lana“;

È soddisfatto della manovra?
Dati i soli due mesi di governo, direi che abbiamo fatto un ottimo lavoro. Oltre agli interventi sul caro-bollette, entrano in manovra di bilancio tantissimi interventi da quelli sul cuneo fiscale per aumentare i redditi da lavoro dipendente, all’incremento della MiniFlat Tax da 65.000 euro a 85.000 euro di fatturato, la flat tax incrementale e la riduzione delle tasse sui premi di produttività, gli incentivi sino a 8.000 euro per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo determinato a tempi indeterminato. Poi c’è la proroga delle agevolazioni per l’acquisto della prima casa degli under 36 e un intervento di buonsenso, da anni richiesto, come l’esenzione Imu sulle case occupate. Non dimentichiamo poi la pace fiscale“;

Qualcuno l’ha definita un “condono”…
Non è un condono. Vogliamo aiutare le molte attività economiche e cittadini che hanno regolarmente dichiarato le imposte ma non sono riusciti a pagarle per il Covid o la crisi economica. Significativo, dato l’aumento che si sta verificando dei tassi di interesse, l’intervento del Governo per aiutare il passaggio dei Mutui da tasso variabile a tasso fisso per prestiti sino a 200.000 euro e per cittadini sino a 35.000 euro di ISEE. Un governo che per la prima volta in poco tempo ha deciso di seguire il programma elettorale con primi interventi significativi soprattutto per le fasce più in difficoltà della popolazione a seguito del caro energia e inflazione ma anche del progressivo aumento dei tassi di interesse sui mutui. La manovra che grazie anche al ministro della Lega Giancarlo Giorgetti ha superato due test importanti: il test dei mercati e quello dell’Europa. Ora guardiamo alle nuove sfide del nuovo anno perché l’Italia ha tutte le potenzialità per eccellere in tutti i campi e il Governo e la maggioranza Parlamentare daranno il massimo per aiutare il nostro grande Paese”.