Genova, i lavoratori di Ansaldo Energia occupano l’aeroporto

I lavoratori hanno chiesto alle istituzioni anche oggi di scendere in piazza con loro per difendere l'occupazione. Momenti di tensione tra i manifestanti e la polizia.

Operai Ansaldo occupano l'aeroporto di Genova - Foto di Ansa Foto
Operai Ansaldo occupano l’aeroporto di Genova – Foto di Ansa Foto

I lavoratori della Ansaldo Energia a Genova continuano il loro sciopero, che è cominciato ieri, quando la loro manifestazione ha mandato in tilt il traffico cittadino.

Un migliaio di lavoratori sta prendendo parte alla manifestazione in tutte le strade cittadine. Intorno alle 9.30, tra cori e petardi, è partito il corteo dallo stabilimenti di Campi, diretto verso piazza Massena e il ponte di Genova Cornigliano.

“Non vi faremo chiudere”

Non vi faremo chiudere Ansaldo Energia” si legge sugli striscioni, con le bandiere di Fiom Cgil e Fim-Cisl in prima linea. “In questi giorni ci giochiamo tutto”, è il messaggio dei lavoratori e dei rappresentanti sindacali.

Il corteo ha raggiunto anche lo scalo aereo della città e dopo alcuni momenti di tensione con la polizia, è entrato nell’Aeroporto di Genova, “occupando” di fatto l’ingresso.

Non è arrivato ciò che chiedevamo”, ha detto il coordinatore della Rappresentanza Sindacale Unitaria Federico Grondona, cioè un documenti di Cassa Depositi e Prestiti, in cui sia scritto che l’azienda venga ricapitalizzata, salvando il posto dei lavoratori.

La riunione con Toti

Intanto è in corso l’incontro convocato dal governatore Giovanni Toti con i rappresentanti sindacali nel Palazzo delle Regione Liguria. I lavoratori hanno chiesto alle istituzioni anche oggi di scendere in piazza con loro per difendere l’occupazione. Momenti di tensione tra i manifestanti e la polizia.