Meteo, il ciclone mediterraneo porta temporali anche forti: le regioni a rischio

Il ciclone Mediterraeneo è pronto a colpire la penisola italiana, con nuovi temporali anche forti pronti a colpire diverse regioni: quali sono.

La situazione meteorologica della penisola italiana subirà un veloce stravolgimento a causa dell’arrivo del ciclone Mediterraneo. Infatti queste correnti porteranno diverse precipitazioni sul Paese: scopriamo cosa sta succedendo.

Meteo
La situazione meteorologica della penisola italiana (via Pixabay)

Nelle prossime ore alcune regioni della penisola italiana saranno colpite da alcuni forti temporali. Il tutto sarà dovuto da un insidioso vortice ciclonico che è andato progressivamente spostandosi dal basso Tirreno verso il basso Adriatico e che si trova attualmente nel tratto di mare tra la Puglia e l’Albania. Avremo quindi tempo assai turbolento al Centro-Sud. Infatti questo settore sarà colpito da forti piogge e intensi temporali. Nello specifico le regioni colpite saranno Sardegna, Sicilia, Puglia e alcuni tratti del versante centrale adriatico, specie le Marche.

Inoltre il vortice ciclonico sarà ancora più influente nel corso di questo mercoledì. Già nel corso della mattinata avremo rovesci sparsi e qualche temporale hanno interessato Marche, Abruzzo, Molise e gran parte della Puglia costiera. Inoltre si attendono anche residue note instabili pronte a colpire il Salento e le aree più interne tra Lazio, Abruzzo e Campania. Qualche fenomeno a macchia di leopardo potrebbero colpire su tutta la penisola. Ci attendono quindi 48 ore di perturbazione su tutto il paese. Scopriamo quindi cosa sta succedendo sull’Italia in queste ore.

Meteo, nuovi impulsi temporaleschi sulla penisola: cosa sta succedendo

Meteo
Cosa sta succedendo dal punto di vista meteorologico sulla penisola (via Pixabay)

Questo mercoledì sarà una giornata generalmente poco nuvolosa sulle regioni peninsulari, salvo alcuni annuvolamenti più consistenti al pomeriggio sull’Appennino emiliano, in serata sulle Alpi occidentali, con alcune piogge. Inoltre dei banchi di nebbia potrebbero colpire la Val Padana. Inoltre avremo un’instabilità in rapida intensificazione specialmente su Sardegna, con la grande isola che sarà colpita da piogge e rovesci. Scopriamo quindi cosa sta succedendo sui tre settori principali del paese.

Sulle regioni del Nord Italia avremo nubi sparse ed alcune schiarite al mattino. Nonostante ciò avremo maggiori addensamenti al pomeriggio su Alpi e Appennino. Qui inoltre potrebbero esserci dei piovaschi a colpire questo settore. Le temperature risulteranno stazionarie, con massime dai 21 ai 24 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo anche qui nubi sparse e schiarite , con maggiori annuvolamenti previsti su Appennino tosco-umbro. Qui infatti avremo anche associati locali acquazzoni durante le dorsali appenniniche. I valori termici saranno stabili su tutto il settore, con massime dai 21 ai 25 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo una situazione instabile sulla Sardegna al mattino con piogge diffuse. Mentre invece avremo parziali schiarite sulle aree peninsulari. Situazione abbastanza instabile in Sicilia, con locali piogge e temporali in serata. I valori termici risulteranno stazionarie, con massime che andranno dai 20 ai 26 gradi.