Avviso agli automobilisti: multe ancora più salate, state attenti

Avviso agli automobilisti italiani. Vi sono ancora cifre altissime per chi trasgredisce le regole stradali e del codice

Arriva una novità piuttosto importante per quanto riguarda gli automobilisti italiani. Non certo tra le più gradevoli, visto che si tratta di un rincaro in vista delle multe e delle sanzioni.

Multe ancora più salate per gli automobilisti (pixabay)

Chi infrange il codice della strada rischierà sempre più grosso. In particolare per chi commette una infrazione brutale sia a livello morale che a livello strutturale: parcheggiare senza permesso nei posteggi dedicati ai portatori di handicap.

Troppi sono i furbetti che ancora oggi si appropriano di parcheggi non loro, piazzando le autovetture all’interno delle strisce gialle senza permesso specifico. In arrivo per fronteggiarli delle vere e proprie multe e sanzioni da manuale.

Multe per chi parcheggia senza permesso: come cambiano le sanzioni

Sostare abusivamente sul posto degli invalidi comporta una multa maggiorata: prima la sanzione era pari a 87 euro, oggi invece è salita a 165 euro. Per quanto concerne moto e motorini, la multa è salita da 41 a 80 euro.

Un vero e proprio dramma, ma giustificato, per coloro che vogliono infrangere il codice stradale in questo modo. In questo modo i furbetti sulle quattro ruote ci penseranno più di una volta prima di commettere questo atto anche poco educato.

Il pass per gli invalidi (websource)

Multe molto salate anche per chi possiede il contrassegno per tali posteggi handicap ma lo usa in modo improprio. Per questi ultimi la multa sale da 87 a 344 euro. Per i disabili il contrassegno è sempre gratuito, mentre quello temporaneo no. Infatti, nel primo caso la validità dura 5 anni. Per rinnovare il pass, invece, sarà necessario presentare il certificato del medico di base che attesti che le condizioni dell’invalido siamo immutate o addirittura peggiorate. In questo modo si potrà ottenere il verbale d’invalidità.

Va ricordato che con tale pass invece non è mai possibile parcheggiare dove c’è il divieto di sosta con rimozione coatta o divieto di fermata. Anche in questo caso non mancano le furbate degli automobilisti.

Inoltre, anche in corrispondenza di intersezioni, di passi carrabili, di attraversamenti pedonali, di segnaletica coprendone la vista, di aree di fermata bus o taxi, di corsie riservate, di corsie di preselezione, di ponti, dossi, cavalcavia, strettoie, gallerie, passaggi a livello. Per giunta è vietato anche fermarsi in seconda fila e nelle aree riservate ai mezzi di soccorso e di forze dell’ordine.