Sinisa Mihajlovic è rimasto nel cuore dei tifosi del Bologna. A testimoniarlo l’omaggio che i supporter della curva Bulgarelli hanno voluto tributargli. L’ex mister dei rossoblù, esonerato dalla società emiliana il 6 settembre scorso, è tornato in visita sotto le due Torri alloggiando in un albergo nei pressi di piazza Maggiore, vicino la basilica di San Petronio. È qui che i tifosi l’hanno raggiunto per regalargli una targa con un messaggio di ringraziamento e una bandiera della Serbia. Il Paese d’origine di Mihajlovic.

Mihajlovic a Bologna con la bandiera della Serbia
I tifosi del Bologna regalano la bandiera della Serbia a Mihajlovic

Un modo per dire grazie a chi si è seduto per tre anni e mezzo sulla panchina del Dall’Ara. Mihajlovic ha ringraziato, scherzando, i suoi tifosi: “Vi ringrazio ma ormai qui non c’è più un serbo”, riferendosi al suo esonero. Mihajlovic è stato infatti sollevato dal suo incarico di allenatore del Bologna dopo un inizio di stagione difficile, con tre pareggi e due sconfitte nelle prime cinque giornate di campionato. I tifosi, però, mostrano di averlo ancora nel cuore, omaggiandolo con i colori del suo Paese.

Mihajlovic a Bologna: l’affetto dei tifosi rossoblù

Mihajlovic è apparso sorridente e in buona forma. Soffermandosi a scherzare e intrattenendosi con i tifosi della curva Bulgarelli. Il video è stato postato tra le stories nel profilo Instagram di Arianna Mihajlovic. Con una didascalia che comprova, ancora una volta, l’amore e il legame che l’allenatore serbo intrattiene con il capoluogo emiliano: “Bologna nel cuore”, recando l’emoji del cuore rosso. L’ennesima dimostrazione del grande affetto che i tifosi del Bologna tributano a chi mostra di amare la maglia rossoblù, al di là dei risultati negativi che possono arrivare sul campo.