WhatsApp, cambiano le note vocali: in atto una vera e propria rivoluzione

WhatsApp, cambiano le note vocali: in atto una vera e propria rivoluzione. Tutti gli utenti potranno usufruire di un’importante novità

E’ di certo una delle componenti più utilizzate sulla piattaforma nell’ultimo periodo. Le note vocali consentono di risparmiare un bel po’ di tempo, essendo molto più pratiche del testo scritto.

WhatsApp
Logo WhatsApp (AnsaFoto)

La piattaforma di messaggistica più famosa del mondo è in continua evoluzione. Tutti coloro che utilizzano WhatsApp (stiamo parlando di 2 miliardi di persone a livello globale) avranno potuto notare come alcuni accorgimenti nel corso di questi anni sia arrivati per semplificarne l’utilizzo e renderlo più immediato. Un grande sforzo negli ultimi mesi si è concentrato sulla privacy e la possibilità di prevenire possibili messaggi di spam e di pericolose truffe. In tal senso il colosso americano deve ancora fare dei passi avanti per essere a livello ad esempio di Telegram, considerato più sicuro. Le novità del momento riguardano però l’invio dei messaggi, ovvero il core business dell’app targata Zuckerberg. Secondo quanto riportato da WABetaInfo arriva la notizia che saremmo vicini ad una vera e propria rivoluzione per gli aggiornamenti di stato.

WhatsApp, cambiano le note vocali: si potranno utilizzare per gli aggiornamenti di stato

WhatsApp
WhatsApp (AnsaFoto)

Secondo quanto riferito dal noto blog, sempre un passo avanti per le anticipazioni tecnologiche che riguardano WA, i programmatori stanno lavorando alla chance di condividere brevi note vocali nello stato. Ovviamente stiamo parlando di una funzionalità che è ancora in fase di sviluppo ed è stata rintracciata per la prima volta nella beta per Android di Whatsapp 2.22.21.5. Lo stesso blog ha rilasciato però anche uno screenshot che mostra l’interfaccia grafica molto simile a quella che viene visualizzata quando si vuole inserire un messaggio di testo nello stato. 

Questo consentirà quindi di registrare una nota vocale, di lunghezza variabile, per il nostro aggiornamento di stato. Ma non finisce qui. I vari utenti potranno anche scegliere un colore a loro piacimento da impostare sullo sfondo, su cui mostrare il player che permetterà a coloro che lo visualizzano di ascoltare la registrazione.

In base alle anticipazioni, la suddetta registrazione vocale verrà riprodotta in modo automatico ogni volta che si apre l’aggiornamento. In più sarà protetta da crittografia end-to-end, per evitare problemi. Come detto il tempo utilizzabile non sarà lunghissimo, ma dovrebbe rimanere nel range dei 30 secondi al massimo.