Elezioni, centrodestra diviso su scostamento di bilancio, unito sul presidenzialismo

Fico (M5S) esclude una coalizione con il centrodestra: "È assolutamente impossibile, non avverrà mai un'alleanza con FdI".

Matteo Salvini, Giorgia Meloni - Foto di Ansa Foto
Matteo Salvini, Giorgia Meloni – Foto di Ansa Foto

Elezioni: lo scostamento di bilancio per risolvere il caro-bollette è al centro del dibattito interno al centrodestra in questi ultimi giorni della campagna elettorale.

Salvini: “Va fatto subito”

Matteo Salvini ritiene che vada fatto subito: “Chi dice che abbiamo tempo, che non è un’urgenza nazionale, sbaglia”, dichiara a Radio 24: “Vale per FdI e per il Pd: sono a rischio chiusura migliaia di imprese, di botteghe, di panifici”. Secondo il leader dalla Lega è possibile “riconvocare in Parlamento anche dopo le elezioni di fare un nuovo scostamento di bilancio”. 

Salvini spiega anche come intende agire dopo le elezioni: “Pare che ci si possa riconvocare anche dopo le elezioni perché questo governo fino a fine ottobre resta in carica. Mi rifiuto di pensare che un economista attento come Draghi non colpa i segnali di sofferenza che arrivano dalle fabbriche, dai negozi”. 

Meloni: “Scostamento di bilancio è un pozzo senza fondo”

Giorgia Meloni è di un’idea diversa e ritiene che “lo scostamento di bilancio non è la soluzione. È un pozzo senza fondo, sono soldi che regaliamo alla speculazione. Il punto di arrivo è il disaccoppiamento dei costi” del gas e dell’energia, “una misura strutturale”, dichiara a Rtl.

Berlusconi: “Non è necessario”

Sulla stessa linea di Meloni, c’è Silvio Berlusconi, che ritiene che non serva uno scostamento di bilancio contro il caro-bollette ed è “possibile” contrastarlo “con le risorse di cui disponiamo. Non permetteremo a nessun costo e in nessun caso che gli aumenti dell’energia si scarichino sulle bollette pagate da imprese e famiglie con conseguenze molto gravi”, ha affermato a Mattino 5. Il contrasto al caro energia, secondo il leader di Forza Italia, “si può fare, credo, evitando lo scostamento”, e anche se dovesse essere necessario, “lo concordiamo con l’Ue”. 

Elezioni, Meloni: “Letta tornato da Germania senza price cap”

La leader di Fratelli d’Italia replica alle critiche del leader del centrosinistra Enrico Letta sulla posizione della destra sull’Europa: “Non siamo autarchici né altro, siamo lucidi, a differenza di chi ha sempre un approccio ideologico”. Ed aggiunge: “La Germania dice di no al tetto del gas europeo ed io lo giudico normale, ma la sinistra per anni ci ha detto che non dobbiamo difendere l’interesse nazionale. Poi Letta va da Scholz e non torna con il tetto al prezzo del gas: è andato a difendere l’interesse suo e non quello italiano”. 

Letta: “Meloni ha tolto la maschera del moderatismo”

Il segretario dem accusa Meloni di aver tolto la maschera del moderatismo: “Il rischio che io segnalo non è tanto per le nostalgie del passato quanto per i proclami sul futuro. Dismessa ma maschera del moderatismo, Meloni torna in queste ore a quello che è davvero: antieuropeista, amica dei post-franchisti spagnoli di Vox, legata da una lunga comunanza politica con Orbán. E questo – e la deriva che sottende – che mi preoccupa”. 

Meloni: “Pronti i nomi del nostro governo”

Giorgia Meloni annuncia di avere già dei nomi per l’eventuale governo di centrodestra: “I nomi li abbiamo ma non ne diciamo manco mezzo, non voglio dare niente per scontato fino al 25 settembre, ne parleremo dopo”. Lo dichiara a Rtl.

Elezioni, Berlusconi: “Votare Terzo Polo è buttare via un voto”

Dal centrodestra, Silvio Berlusconi torna a parlare di voto utile: “Votare partiti che si dicono di centro ma guardano a sinistra significa sprecare, buttare via il voto. Sono fuori dalle coalizioni ed eleggeranno pochissimi parlamentari che siederanno all’opposizione senza incidere. Noi potremo dare risposta al governo, loro non potranno fare assolutamente nulla”, dichiara a Mattino 5.

“Il centrodestra vincerà le elezioni”

Il leader di Forza Italia è convinto dell’esito positivo delle elezioni per il centrodestra: “Il centrodestra vincerà le elezioni con un margine largo. La nostra è una coalizione unita ma plurale, non siamo tutti uguali e ognuno e decisivo e necessario per governare. Forza Italia è la garanzia che la coalizione rimarrà ancorata ai principi liberali e moderati in ogni decisione che il governo dovrà assumere”, afferma a Mattino 5.

Ue e Nato, il Cav: “Non sarà mai possibile che noi siamo contro l’Europa”

Sulla posizione internazionale del centrodestra inoltre, Berlusconi spiega: “Non ho mai avuto dubbi e oscillazioni sull’europeismo e atlantismo del centrodestra e ora la sinistra vorrebbe darci lezioni? Tengo a ricordare che siamo i rappresentanti in Italia del Ppe, non sarà mai possibile che noi siamo contro l’Europa”. 

Elezioni, centrodestra diviso? Le risposte dei leader

Matteo Salvini torna anche sulle presunte divisioni nel centrodestra: “Non ci preoccupano assolutamente. Importante è essere uniti per quanto riguarda l’Italia e gli italiani. Il programma è concentrato esclusivamente su lavoro e risparmi. Ricordo che abbiamo smontato la riforma sul catasto”, dichiara a Radio 24.

Sullo stesso argomento anche Meloni pone fine alle insinuazioni: “Il centrodestra diviso? No, abbiamo scritto il programma comune in due giorni, mentre il centrodestra non ha nemmeno un unico programma. Letta ci viene a fare la morale e poi il Pd ha in programma diverso da quello della Sinistra italiana”, dichiara a Rtl, aggiungendo che in caso di vittoria del centrodestra “non ci saranno problemi”. 

Presidenzialismo, Berlusconi: “Necessarie riforme”

Altro tema della campagna elettorale è il presidenzialismo. “Siamo sempre stati presidenzialisti”, ricorda Berlusconi. Il Pd “lo teme ma non ci faremo scoraggiare dai loro presunti allarmi, addirittura per la democrazia”. È necessario “un percorso condiviso per le riforme”, ma “non riconosceremo un diritto di veto sul tema principale, il presidenzialismo”. 

Elezioni, Fico: “Mai in coalizione con la destra”

Il Movimento 5 Stelle esclude qualsiasi coalizione con il centrodestra: “È assolutamente impossibile, non avverrà mai un’alleanza con FdI, con la destra. Un accordo non è assolutamente ipotizzabile”. Sono le parole di Roberto Fico a Rainews24.