“Non ha i requisiti”, Chiara Ferragni fatta fuori: clamorosa esclusione per l’influencer

Chiara Ferragni è appena stata fatta fuori: l’annuncio sull’influencer ed imprenditrice milanese che è stata esclusa

Avreste mai pensato di sentir dire che l’imprenditrice milanese “non ha i requisiti”? Eppure è accaduto con un comunicato che la vede esclusa. Clamorosa la decisione ed il conseguente annuncio dall’azienda.

Chiara Ferragni, come sta la figlia Vittoria
Chiara Ferragni (Screen Insta Stories)

Chiara Ferragni non si è mai vista precipitare nulla addosso, tutto ciò che ha costruito attorno a sé è farina del suo sacco. L’influencer di Milano non è affatto soltanto tutta apparenza, dietro la sua chioma bionda ed occhi azzurri nasconde una mentalità imprenditoriale da far invidia ai maggiori esponenti della categoria. Eppure, capita anche ai migliori di ‘essere fatti fuori’ perché non si rispettano i requisiti necessari.

Attorno a sé, la moglie di Fedez e mamma di Leone e Vittoria ha costruito un vero e proprio impero industriale. Non solo, perché nel tempo l’imprenditrice è entrata a far parte di aziende in ruoli differenti che l’hanno sempre resa protagonista. Fino a poco tempo fa, per altro, la Ferragni era anche consigliera del gruppo Tod’s fino all’ultimo annuncio.

Chiara Ferragni fuori dal gruppo Tod’s: il motivo dell’esclusione

Chiara Ferragni
(@Instagram)

Ad oggi, come si legge dalla storia del sito del gruppo Tod’s, quest’ultimi rappresentano “uno dei principali player nella produzione e distribuzione di calzature, pelletteria, abbigliamento e accessori di lusso, portabandiera nel mondo di un Made in Italy fortemente radicato”. Per altro, dopo il difficile periodo pandemico, il fatturato dell’azienda è in risalita registrando una crescita dei ricavi pari al 17,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, come specifica il sito Leggo.it. Tuttavia, il gruppo ha perso un pezzo fondamentale della propria squadra: la consigliera Chiara Ferragni.

È la stessa azienda a spiegarne il motivo con una nota specificando che: “ha preso atto della dichiarazione resa dal consigliere Chiara Ferragni in ordine al venire meno, in capo alla stessa, dei requisiti per poter essere qualificata indipendente in ragione di una prestazione occasionale di servizi pubblicitari a favore della società, resa previo parere del Comitato OPC, e non potendosi aprioristicamente escludere che, in futuro, si presentino altre opportunità di collaborazione”.