Allarme INPS, terribile minaccia per tutti: cosa sta succedendo

Allarme INPS, terribile minaccia per tutti: cosa sta succedendo. I cittadini devono fare molta attenzione per non cadere nella trappola

Quello che sta preoccupando è una mail di “phishing” che può portare ad una truffa. Lo scopo degli hacker è quello di “pescare” i dati sensibili degli utenti, per poi svuotare conti e realizzare altri problemi.

INPS
INPS (Foto: Facebook)

Sapersi districare nella rete è diventato quasi impossibile. Grazie ad internet molte operazioni sono diventate più semplici e immediate. Il tutto nasconde però anche delle grandissime insidie. Al di là della veridicità delle notizie, messe a dura prova dall’autenticità delle fonti, rischio ben più grande è la possibilità di truffe. Gli hacker si sono specializzati nell’utilizzo dei nomi istituzionali e riconosciuti per abbassare le difese degli utenti. Quello che ormai tutti hanno imparato a conoscere è il fenomeno del “phishing“, cioè un modo per rubare i dati sensibili degli account attraverso dei link fake. Vengono richiesti i propri un user e password, simulando l’accesso ad una pagina che nella realtà non esiste. Invece che aprire il proprio profilo, si consegna tutto a dei malintenzionati, specializzati nello svuotare i nostri conti.

Allarme INPS, terribile minaccia per tutti: una nuova mail di phishing pericolosissima

Phishing
Il fenomeno del Phishing (Facebook)

Il marchio preso di mira è quello dell’INPS, utilizzato come specchietto delle allodole. Gli hacker stanno facendo girare una mail di “phishing” riportante il marchio dell’Istituto per la Previdenza Sociale italiano. Nello specifico all’interno si parla di una richiesta non andata a buon fine a causa dell’assenza di documentazione, invitando a visionarla nella sua interezza scaricando un allegato .zip. Il problema è che quest’ultimo non contiene realmente all’interno la suddetta documentazione bensì un virus il quale, non appena eseguito, si installerà nel PC e inizierà a copiare tutti i dati presenti nel computer: files, immagini, cronologia di navigazione, ogni sorta di cartella (anche nascosta), etc…

L’unico modo, come sempre ripetuto in questi casi, è quello di ignorare completamente questo tipo di messaggi. Appena visto va cancellato immediatamente dalla propria casella di posta, senza cliccare su nessun link. L’assunto da tener ben presente è che se si trattasse di qualcosa di importante, verremmo comunque contattati anche in altro modo, successivamente.