Migranti a Salerno, focolaio di Covid sulla nave, De Luca: “Bloccare lo sbarco”

Nonostante l'appello del presidente della Regione Campania, le operazioni di sbarco sono proseguite in maniera regolare.

Migranti Salerno (generica) - Foto di Ansa Foto
Migranti Salerno (generica) – Foto di Ansa Foto

A causa di un focolaio di Covid, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha chiesto il blocco dello sbarco dei 387 migranti, ad eccezione dei minori, che questa mattina sono arrivati al porto di Salerno a bordo della Ocean Viking, la nave della Ong SOS Méditerranée. 

L’imbarcazione è stata denominata la “nave dei bambini“, perché ha tratto in salvo 149 minori, tra cui 9 bambini al di sotto dei 5 anni e uno piccolo di quasi un anno. Ci sono anche 209 uomini e 29 donne. Il focolaio è emerso durante le operazioni di sbarco.

Le operazioni di sbarco continuano nonostante l’appello di De Luca

Nonostante l’appello del presidente della Regione Campania, le operazioni di sbarco sono proseguite in maniera regolare. La protezione civile ha distribuito mascherine e generi alimentari ai migranti. Dopo le operazioni di fotosegnalamento saranno tutti trasferiti nella sede della Protezione Civile per continuare l’iter per lo smistamento nei vari centri individuati.

In relazione alla nave Ocean Viking attraccata nel porto di Salerno senza nessuna comunicazione preventiva, è stata accertata dai primi sbarchi di migranti, la presenza di un numero elevato di soggetti positivi al Covid. Si ritiene indispensabile a questo punto, con la sola eccezione dei minori non accompagnati, il blocco degli sbarchi e lo stato di quarantena a bordo per tutti gli occupanti della nave, in attesa della verifica puntuale della situazione sanitaria da parte delle competenti autorità della sanità marittima”. Così Vicenzo De Luca, a proposito del focolaio di Covid.

Lo sbarco dei migranti ieri è stato oggetto degli attacchi politici di Fratelli d’Italia e Lega che hanno parlato di “decisione scellerata”.