“Sono svuotato e addolorato”, lutto per Luca Zingaretti: la lettera commovente

Un lutto che ha segnato tutto il mondo dello spettacolo e Luca Zingaretti in particolare: l’ultimo saluto è commovente

L’addio improvviso ha fatto sobbalzare tutto il mondo dello spettacolo ed i messaggi di cordoglio sono sempre più strazianti. Anche il protagonista de Il Commissario Montalbano ci ha tenuto fare un ultimo saluto sui social.

Luca Zingaretti
(@ANSA)

La notizia della morte di Roberto Nobile ha sconvolto tutto il mondo dello spettacolo. Tra TV, cinema e teatro è stato una grande risorsa per l’Italia, grazie alla sua professionalità, mai troppo severa, ma che ha lasciato un ottimo ricordo nel cuore di chiunque ci abbia lavorato insieme.

Nella sua lunga lista televisiva vede Un Posto al Sole, Don Matteo, Distretto di Polizia, ma ha speso ben 20 anni della sua vita ad essere Nicolò Zito, il giornalista di Retelibera, complice e consigliere di Luca Zingaretti.

Roberto Nobile è morto: il lungo messaggio di Luca Zingaretti

Luca Zingaretti
(@Instagram)

Sono i 20 anni a lavorare insieme che hanno spinto Luca Zingaretti a dedicargli un lunghissimo messaggio su Instagram dopo aver appreso della sua morte: “È mancato improvvisamente il mio amico Roberto. Faceva Nobile di cognome e mai cognome fu più azzeccato. Aveva l’educazione, la compostezza, la posture e l’eleganza d’animo di un nobiluomo. L’ho conosciuto tanti anni fa sul set del Commissario Montalbano […] e devo dire che fu un incontro di quelli che si ricordo perché amici lo diventammo davvero e subito. Per più di vent’anni, Nicolò era un uomo mite, dal sorriso meraviglioso, dalla conversazione brillante, dalla gentilezza innata”.

Un messaggio strappalacrime che si conclude con un ultimo saluto a Roberto Nobile: “Nel nostro mestiere capita che non ci si veda per molto tempo, ma anche che quando ci si ritrova si ricomincia da dove si era lasciato. Ora te ne sei andato e mi sembra impossibile si sia spento il tuo sorriso e che la tua gentilezza non ci sia più. Sono attonito, svuotato e addolorato. Ti voglio bene Roberto, te ne vorrò sempre”.