“Leclerc in fondo alla griglia”, tifosi Ferrari sconvolti: altra penalizzazione

“Leclerc in fondo alla griglia”, tifosi Ferrari sconvolti: altra penalizzazione. Per il monegasco non c’è fine ai problemi in questa stagione

Il #16 è reduce dal grave errore in Francia che l’ha costretto al ritiro e ad uno zero pesantissimo nella classifica piloti. Su di lui ora pende però un altro rischio per le prossime gare.

Leclerc
Charles Leclerc (AnsaFoto)

Poteva essere il week end del -30 ed invece si è rivelato il crollo a -63. Questi numeri sono semplicemente i distacchi in punti tra Leclerc e Verstappen, potenziali e reali. Qualora il monegasco avesse vinto al Paul Ricard si sarebbe portato piuttosto vicino all’olandese (considerando che una vittoria assegna 25 punti). Invece è sprofondato oltre le 60 lunghezze e più vicino al terzo posto di Perez che al primo di Max. L’errore alla Curva 11 di Le Castellet non è andata giù al #16, che si è auto accusato per l’accaduto. Subito dopo la gara ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport: “Se perderò il Mondiale per 32 punti so dove sono stati buttati”. Il riferimento è anche a quanto accaduto ad Imola, dove Leclerc passò dal terzo al sesto posto per un testa coda alla chicane, nel tentativo di attaccare Perez.

Come sottolineato da Binotto l’obiettivo attuale è quello di vincere tutte le gare da qui al termine della stagione per provare una clamorosa rimonta ai danni del campione del mondo in carica.

Charles Leclerc, in arrivo nuove penalizzazioni: il problema è sempre l’affidabilità del motore

Leclerc
Charles Leclerc (AnsaFoto)

Il problema è che probabilmente Leclerc dovrà compiere questa impresa dovendo partire in un paio di occasioni dal fondo dello schieramento. La terribile notizia per tutti i tifosi, oltre che per lo stesso pilota Ferrari, arriva dalla Spagna e più precisamente da Marca.

Il giornalista iberico Carlos Miquel, che cura la F1 per il quotidiano spagnolo, ha gettato nuove ombre sull’affidabilità della power unit.

Dalle colonne del sito del giornale ha ribadito infatti che entrambi i piloti: “Dovrebbero affrontare almeno altre 2 volte le penalità motore, stando al chilometraggio registrato sinora. E nel peggiore dei casi potrebbero essere 3, con altrettante partenze dal fondo della griglia”. Miquel ha poi spiegato che a Spa-Francorchamps, il 28 agosto, è prevista la prossima penalità per Charles Leclerc. Non il modo migliore per scalare la classifica, vista anche la forza della Red Bull.