Emergenza incendi: evacuate 500 persone a Cinignano, in Toscana

I vigili del fuoco sono in azione anche nel Basso Molise e nel Pordenonese.

Emergenza incendi - Foto di Ansa Foto
Emergenza incendi – Foto di Ansa Foto

Resta alta l’emergenza incendi causata dal forte caldo. Un maxirogo è divampato in Maremma, dov’è stato evacuato l’intero paese di Cinigano, alle pendici del monte Amiata. Sono intervenuti quattro canadair per spegnere le fiamme.

Oltre che in Maremma, i roghi sono divampati nel borso di Isernia, tra le contrade di Castelromano e Cutone, mentre altri due sono divampati nella pineta di Ramazzotti e Lido di Dante, frazione di Ravenna, ed hanno coinvolto circa un ettaro.

I vigili del fuoco sono in azione anche nel Basso Molise, dove sono andati in fiamme sei ettari di vegetazione spontanea nella marina di Montenero di Bisaccia, creando problemi alla circolazione sulla strada statale 16, rimasta chiusa per circa un’ora.

Fiamme anche nel Pordenonese

Un altro incendio boschivo si è verificato questa mattina nel Pordenonese, sul monte Raut, nella zona di forcella Salincheit, a quota 1500 metri. Le fiamme, secondo le prime ipotesi, potrebbero essere divampate per la prima volta sabato notte a causa di un fulmine che si è abbattuto in zona durante un violento temporale.

Un focolaio potrebbe essersi riattivato e all’alba sono giunte alla centrale operativa del 112 numerose telefonate che segnalavano fumo in quota. Il zona stanno operando protezione civile del Friuli, mentre i volontari della Valcolvera hanno predisposto dei vasconi dove potersi approvvigionare d’acqua da scaricare in quota. Al lavoro ci sono le squadre di terra dei vigili del fuoco e il corpo forestale regionale.