Netflix, doppia novità a sorpresa: cancellato il celebre account

Periodo di novità assolute per l’emittente Netflix. Il colosso dello streaming sta portando dei cambiamenti anche senza alcun preavviso

Il colosso dello streaming Netflix sta attraversando un periodo davvero particolare. In primis per la crisi a livello di numeri, visto che in moltissimi paesi si è registrato un calo di abbonamenti e di rinnovi.

Netflix
Netflix (Foto: Facebook)

Per contrastare tutto ciò, Netflix sta seriamente pensando ad abbonamenti diversi, magari meno costosi ma con l’aggiunta di stacchi pubblicitari e dunque l’inserimento di spot. Un po’ come fa Spotify per i propri abbonamenti Premium o meno.

Ma sono in arrivo un altro paio di novità improvvise. Netflix è in vena di cambiamenti e sta apportando modifiche sia a livello di comunicazioni, sia per quanto riguarda la gestione delle proprie funzioni sui dispositivi.

Netflix cancella l’account e aumenta il traffico sul proprio sito web

Una delle prime modifiche è stata la cancellazione di un account social di Netflix, molto caro agli utenti che usufruiscono dei servizi dell’emittente streaming già da moltissimo tempo.

L’azienda statunitense ha scelto di chiudere un popolare account Twitter, ovvero Netflix CS (conosciuto anche come Netflixhelps). Tale pagina di helping ha cessato le sue attività senza troppi annunci, ma la questione sta attirando l’attenzione per via del fatto che si trattava di un profilo attivo da oltre 13 anni, che nel corso di questo lasso di tempo ha aiutato gli utenti di Netflix fungendo da supporto.

Uno stop all’account che sicuramente farà discutere. Il secondo cambiamento in arrivo riguarda come detto i dispositivi. Sul sistema operativo iOS è iniziato ad apparire il pulsante per effettuare la sottoscrizione a Netflix in modo esterno all’App Store.

In pratica Netflix sta rimandando al suo sito web tutti coloro che vogliono sottoscrivere l’abbonamento all’emittente, mentre in precedenza su smartphone o tablet serviva passare per la pagina di abbonamenti in-app di App Store, pagando però una commissione di base per il servizio del 30%.

Una scelta dettata anche dai problemi economici e di bilancio di Netflix, che come già anticipato ha fatto sapere che nell’ultimo trimestre si è registrato un calo di visione e di abbonamenti davvero inaspettato.