“Oggi sono inca***ta nera”, Rosalinda Cannavò racconta il suo dramma: lo sfogo

Rosalinda Cannavò non si trattiene e si sente affogata dalla situazione che sta vivendo: lo sfogo su Instagram è molto coinciso 

Con grande onestà intellettuale ed avvilita da ciò che vive, l’ex gieffina ha pubblicato un lungo sfogo su Instagram condiviso non solo dai suoi follower, ma da gran parte delle persone che vivono le sue stesse condizioni.

Rosalinda Cannavò
(@Twitter)

Se da un punto di vista dell’amore le cose vanno a gonfie vele, non si può dire lo stesso per quel che riguarda la professione. Rosalinda Cannavò sta vivendo il suo amore con Andrea Zenga ed i due sembrano essere più affiatati che mai, tuttavia l’ex gieffina nelle ultime ore ha mostrato un’insofferenza non da poco nei confronti dello Stato. Quella che vive Rosalinda non è una situazione unica, anzi, come lei stessa ha sostenuto, pensa di poter parlare per una grossa fetta di italiani.

Purtroppo l’ex gieffina si è sentita totalmente annegare e soffocare, a tal punto da dover condividere ciò che sta vivendo con tutti i suoi follower. Quanto postato sui social non fa altro che confermare quanto sia una persona vicina alle tematiche comuni e di un’intelligenza che mette in campo ogni qualvolta richiesto.

Rosalinda Cannavò attacca lo Stato italiano: il duro sfogo sui social

Rosalinda Cannavò
(@Instagram)

Tornata da poche ore a casa, Rosalinda Cannavò ha approfittato di un momento per sfogarsi su una tematica molto importante che non riguarda soltanto lei: “Oggi sono inca****a nera, sì! Perché lo Stato ti porta a non avere stimoli per crescere, a non poter costruire un futuro stabile. Questo ovviamente se sei una persona onesta. Se sei disonesto ti premia. Lavori in nero? Ti premia con un reddito di cittadinanza e arrivi a guadagnare più di chi dichiara persino l’aria che respira. Non è normale. Eh sì! Benvenuto nel mondo della Partita Iva. Finora ho pagato migliaia e migliaia di euro in tasse. IVA, Inps, Irpef, e chi più ne ha più ne metta”.

Per chiudere poi il discorso, l’ex gieffina ha ammesso: “Ho pagato e pago e spesso mi sono trovata in difficoltà, ma non ho nulla di cui vergognarmi. Chi si dovrebbe vergognare sapete chi è? Questo nostro Stato che permette un sistema fiscale scandaoloso quasi strozzino, sì così li definisco. Un fisco che riesce a toglierti oltre il 55% di ciò che incassi senza darti nulla in cambio. Un fisco che permette a milioni di scaltri di evadere continuamente e che lincia e bastona perciò coloro che hanno sempre pagato. Tra l’altro, prima di tacermi, trovo assurdo che servano consulenti perché pagare le tasse è complicatissimo”.