È morto Angelo Guglielmi, storico direttore di Rai Tre

Sotto la sua direzione di Rai 3 sono nati programmi come Samarcanda, Blob, Telefono giallo, Quelli che il calcio e altri.

Angelo Guglielmi - Foto di Ansa Foto
Angelo Guglielmi – Foto di Ansa Foto

Angelo Guglielmi, storico direttore di Rai Tre, è morto nel sonno. Aveva 93 anni.

Angelo Guglielmi ha cambiato la tv rendendola contemporanea e imponendo una rigorosa linea narrativa alle cose che faceva: la tv come racconto della realtà. Gli devo moltissimo”. Così Fabio Fazio su Twitter, commentando l’accaduto: “La cultura non è una cosa, ma un modo di fare le cose. Questa la sua lezione importante”. 

Angelo Guglielmi, nel corso della sua carriera in Rai, ha lanciato programmi che hanno fatto la storia del terzo canale e della tv pubblica, oltre che personaggi come Corrado Augias, Michele Santoro, Serena Dandini e Fabio Fazio. È stato anche giornalista, saggista e critico letterario.

Morto Angelo Guglielmi: quali programmi sono nati sotto la sua direzione

Sotto la sua direzione di Rai 3 sono nati programmi come Samarcanda, Blob, Telefono giallo, Quelli che il calcio, La tv delle ragazze, Avanzi, Mi manda Lubrano, Chi l’ha visto? Ultimo minuto e Un giorno in pretura, che hanno fatto salire lo share medio da meno dell’1% ad oltre il 10%.

Dal 1995 al 2001 Guglielmi è stato anche presidente e amministratore delegato dell’Istituto Luce e dal 2004 al 2009 ha ricoperto la carica di assessore alla Cultura al Comune di Bologna. Per anni è stato critico letterario per L’Espresso e scrisse fino a tarda età per Tuttolibri – La Stampa, ed ha avuto un blog sul sito de Il Fatto Quotidiano.

Era originario di Arona, in provincia di Novara, dov’è nato il 2 aprile del 1929. Tra le sue pubblicazioni, alcune delle quali scritte a quattro mani con Stefano Balassone, suo vice alla guida di Rai Tre. Particolarmente nota è la trilogia dedicata a Michelangelo, Dante e Cavour.

Le opere

Tra le altre opere si ricordano Avanguardia e Sperimentalismo, Vent’anni di impazienza, Vero e Falso, La letteratura del risparmio, Carta stampata, Il piacere della letteratura, Trent’anni di intolleranza, Il romanzo e la realtà.

Tre anni fa, a novant’anni, è stata pubblicata la sua ultima opera letteraria, Sfido a conoscermi – Racconti sparsi: un racconto fitto di incontri letterati e personali, da Gadda ad Arbasino, da Calvino e Eco, da Moravia a Pasolini dal Neorealsmo ai reality in tv.