Meteo, terza fiammata dell’anticiclone Scipione: inizio di settimana rovente

Questa settimana sarà aperto da un meteo rovente sulla penisola italiana. Torna prepotentemente l’anticiclone scipione: quanto durerà.

La nuova settimana si apre con il ritorno prepotente dell’anticiclone Scipione, che avrà degli effetti eclatanti sulla penisola italiana. Infatti le roventi correnti africane torneranno a soffiare sul Paese. Andiamo quindi a vedere cosa sta succedendo.

Meteo
Come cambia la situazione meteorologica in Italia (Via Pixababy)

In questo nuovo inizio di settimana avremo un’atmosfera pronta a tornare stabile e soleggiata su tutto il paese. Ovviamente a riproporre questi scenari bollenti ci penserà l’ormai invincibile Scipione che già da alcuni giorni scalda i motori sul comparto più occidentale europeo e si è riportato a ridosso della penisola Iberica. Ovviamente la rovente corrente di origine africane inizierà a far sentire il suo effetto sull’Italia. Già in queste ore il le temperature hanno fatto registrare già un evidente seppur contenuto aumento.

Nei prossimi giorni quindi avremo sole e tanta stabilità atmosferica. Il tutto ovviamente sarà accompagnato da un crescendo costante di caldo minato solo debolmente da qualche nota d’instabilità pomeridiane a ridosso dei monti. Inoltre per gran parte della settimana le note stonate saranno i classici temporali di calore che si potranno sviluppare sia sui rilievi alpini, sia su quelli appenninici. Quindi il vero protagonista della nuova settimana sarà il grande caldo destinato ad aumentare giorno dopo giorno. Scipione raggiungerà il massimo della sua potenza nella giornata di mercoledì. Andiamo a vedere cosa sta succedendo.

Meteo, inizio di settimana segnata dal caldo: le previsioni sulla penisola

Meteo
Le previsioni meteorologiche per il ponte (via Pixabay)

Nel corso di questa giornata di lunedì avremo il promontorio anticiclonico di matrice africana che va consolidandosi sul Mediterraneo centro occidentale sarà affiancato dallo scorrimento di correnti più fresche e instabili. Quindi nonostante il ritorno del grande caldo, avremo comunque degli isolati temporali. Resteranno vulnerabili le zone Alpine, soprattutto centro orientali, le Prealpi Trivenete e a tratti anche le alte pianure tra Veneto e Friuli. Andiamo quindi a vedere cosa sta succedendo sui tre settori principali della penisola.

Sulle regioni del Nord Italia avremo tanta variabilità sulle Alpi centro-orientali. Infatti qui potranno susseguirsi rovesci e temporali isolati specie al pomeriggio. Altrove invece troveremo una situazione generalmente soleggiata. Le temperature risulteranno in rialzo, con massime che oscilleranno dai 28 ai 33 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo sin dal mattino una completa stabilità con cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi ovunque. Sul settore centrale non ci sono isolati piovaschi da segnalare. Le temperature risulteranno in netto aumento, specialmente sulle regioni tirreniche, con valori massimi che andranno dai 29 ai 33 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo sin dal mattino condizioni anticicloniche con cieli in prevalenza soleggiati. Inoltre sempre sullo stesso settore avremo locali addensamenti pomeridiani in Appennino, soprattutto sulla Calabria. Ovviamente i valori termici risulteranno in rialzo anche qui, con massime che oscilleranno dai 28 ai 33 gradi.