Un lutto improvviso sconvolge la Regina Elisabetta: è morta una vera leggenda

Un lutto improvviso sconvolge la Regina Elisabetta: è morta una vera leggenda. Sua Maestà era molto legata alla sua figura

Si tratta del noto fantino Lester Piggott, il preferito in assoluto della monarca britannica. La sua passione per le corse dei cavalli è rinomata da moltissimi anni e non ha mai perso le gare più importanti dal vivo.

Regina Elisabetta
La Regina Elisabetta (AnsaFoto)

E’ da sempre una delle usanze più conosciute della famiglia reale britannica. Le corse dei cavalli sono nel cuore della Regina Elisabetta, che ha presenziato nel corso degli anni alle competizioni più importanti sul suolo inglese. Era tradizione che il duca di Edimburgo fosse all’Old England Club per la premiazione del vintore di Wimbledon, mentre Sua Maestà si dedicasse all’Investec Derby Festival, appuntamento mondano all’ippodromo di Epsom. Appuntamento glamour che si svolge ogni anno il primo venerdì di giugno. Elisabetta II ha sempre amato andare a cavallo e anche alla sua veneranda età non ha mai smesso di cavalcare per qualche minuto al giorno. Proprio per questo oggi è un giorno particolarmente triste per lei (e per tutti gli appassionati del settore) visto che è scomparso all’età di 86 anni lo storico fantino Lester Piggott, leggenda delle corse di cavalli. Il nove volte vincitore del Derby era considerato uno dei più grandi interpreti del XX secolo, nonché il preferito dalla monarca.

Un lutto improvviso sconvolge la Regina Elisabetta: è morto il suo fantino preferito, Lester Piggott

Lester Piggott
Lester Piggott è morto all’età di 86 anni (Ansafoto)

Nella sua lunghissima carriera, durata addirittura 46 anni, Piggott, che era soprannominato The Long Fellow, per la sua insolita statura (172 cm), ha ottenuto la bellezza di 4.493 vittorie. È deceduto questa mattina dopo essere stato ricoverato in ospedale in Svizzera. Non sono state rese note le cause della morte.  Nessuna informazione sul motivo del ricovero ne tantomeno su quello del decesso.

Piggott iniziò a cavalcare da ragazzo e ottenne il primo successo nel 1948, a soli 12 anni.

L’ultima vittoria è datata 1994, al Palacegate Jack, giusto un anno prima del suo ritiro. Il fantino inglese era anche noto per le sue vivacità e ironia fuori dall’ippodromo e ha dovuto scontare anche tre anni di carcere per l’accusa di frode fiscale. Se l’era vista brutta dal punto di vista fisico nel 2007, quando fu ricoverato in terapia intensiva per un problema cardiaco. Si era poi ripreso alla grande, superando senza problemi la soglia degli 80.

Nel ricordarlo, Rod Street, amministratore delegato di Great British Racing, ha dichiarato: “Lester era un vero titano dello sport, un pezzo unico che trascendeva le corse di cavalli. Fino ad oggi, quando pensiamo ad un fantino famoso non possiamo che fare il nome di Lester Piggott”.