Bollo auto, fate tutti attenzione: queste persone non devono pagarlo!

Bollo auto, fate tutti attenzione: queste persone non devono pagarlo! C’è la possibilità di sfruttare un’esenzione che non tutti conoscono

In base alla regione di appartenenza si può evitare di versare l’imposta per un certo periodo di tempo o addirittura per sempre. Basta controllare tutti i dettagli della propria vettura.

Bollo auto
Pagamento bollo auto (Foto: Facebook)

E’ la tassa più odiata dagli automobilisti (o motociclisti), ovvero quella sul possesso del proprio mezzo. Ogni anno il bollo auto è un pensiero fisso per tutti coloro che hanno una macchina intestata. Il pagamento di tale imposta può però alle volte essere evitato, sfruttando delle esenzioni che non tutti conoscono. Nonostante si tratti di una disposizione nazionale, esistono poi i vari cari regionali autonomi che possono cambiare le carte in tavola in base a dove si risiede. Ad esempio andando a vedere il caso della provincia autonoma di Bolzano, si scopre che per i primi tre anni dall’immatricolazione tutti i veicoli a idrogeno, metano, gpl, elettrici e ibridi termici, non pagano il bollo.

Bollo auto, esistono molte eccezioni: tutti quelli che non devono pagarlo

Esenzione Bollo auto
Esenzione per bollo auto (AnsaFoto)

Spostandoci in Lombardia e Piemonte le auto elettriche sono esenti dalla tassa sull’auto a tempo indeterminato. La natura del mezzo cambia decisamente le carte in tavola, visto che ad esempio tutti i veicoli a GPL e metano hanno un’esenzione del bollo per i primi 3 anni. I veicoli ibridi ed elettrici pur dovendo versare qualcosa sono generalmente accompagnati da sconti piuttosto consistenti. In Campania, per citare un’altra regione, le macchine ibride non pagano nei primi 3 anni e quelle elettriche nei primi 5.

Questo genere di misura si estende anche ad altri territori quali il Lazio, la Toscana, l’Emilia Romagna, la Lombardia, l’Abruzzo, la Sicilia e la Calabria. 

Un caso speciale è quello delle Marche, dove le auto ibride non pagano il bollo per i primi 12 mesi e poi per i successivi 5. In Puglia stesso discorso ma con validità solo per i veicoli ibridi immatricolati dal gennaio 2014 in poi.

Ovviamente è fondamentale tenere presente le scadenze delle varie esenzioni per non incorrere in qualche multa. Per farlo ci si può recare di persona in uno dei punti ACI della propria città oppure consultando più semplicemente il sito dell’Automobile Club d’Italia.