Russia-Ucraina: al via evacuazione Mariupol. Distrutto reparto oncologia a Chernihiv

Joe Biden ha chiesto aiuto alla Cina e promesso di usare un milione di barili di petrolio al giorno per sei mesi per abbassare il costo del greggio.

Truppe russe via da Chernobyl - Foto di Ansa Foto
Truppe russe via da Chernobyl – Foto di Ansa Foto

Trentasettesimo giorno di guerra in Ucraina. Mentre Kiev e Chernobyl continuano ad essere sotto attacco dei raid aerei russi, c’è una vittima italiana. Si chiama Edy Ongaro, 46 anni, veneto, latitante dal 2015. Combatteva con i separatisti contro Kiev e l’Occidente.

Nonostante l’annuncio dei giorni scorsi da parte di Mosca di una riduzione delle attività militari, sul fronte si continua a combattere e le truppe russe si stanno riposizionando. Dal punto di vista diplomatico, per rispondere alle sanzioni Putin ha varato una nuova legge che obbliga l’Europa a pagare il gas in rubli tramite l’apertura di un conto su banche russe. È un “ricatto”, affermano Francia e Germania. L’Italia valuta di attivare lo stato di allerta del gas. 

Joe Biden ha chiesto aiuto alla Cina e promesso di usare un milione di barili di petrolio al giorno per sei mesi per abbassare il costo del greggio. Ma è stato invano. Intanto l’Ucraina ha annunciato di aver ripreso il controllo della centrale di Chernobyl dopo che ieri le truppe russe l’hanno abbandonata a causa delle esposizioni alle radiazioni.

First Lady ucraina scrive al Papa

Olena Zelenska, first lady ucraina ha scritto una lettera a Papa Francesco per ringraziarlo dell’accoglienza dei bimbi feriti dalla guerra all’ospedale Bambin Gesù.

Torna la normalità a Chernobyl dopo la ritirata russa

Le apparecchiature e tutti i sistemi di monitoraggio della centrale di Chernobyl hanno ritrovato una situazione di normalità dopo che i russi si sono ritirati dal sito ieri, in conseguenza all’esposizione alle radiazioni.

Colloquio telefonico Erdogan-Putin

Dopo la telefonata con Zelensky di ieri, Erdogan sente Putin.

Sindaco Mariupol: 10 miliardi di dollari per infrastrutture

La ricostruzione di Mariupol costerà 10 miliardi di dollari. A quantificare economicamente la distruzione della guerra è il sindaco della città Vadym Boychenko: “Saranno necessari almeno 10 miliardi di dollari per ripristinare le infrastrutture di Mariupol”, ha detto al quotidiano ucraino Ukrayinska Pravda. Il consiglio comunale ha istituito una commissione speciale per stabilire i danni causati dai russi.

Von Der Leyen: “Disastro umanitario creato per scelta. Il supporto a Mosca sarebbe un grave danno alla reputazione della Cina”

Ci deve essere il rispetto del diritto internazionale e della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Ucraina. La Cina, in quanto membro permanente del Consiglio di sicurezza Onu, ha una responsabilità speciale”. Così la presidente della Commissione europea Ursula Von Der Leyen al termine del vertice Ue-Cina. “Abbiamo chiesto alla Cina di aiutare a mettere fine alla guerra in Ucraina: Pechino non può chiudere gli occhi sulle violazioni del diritto internazionale commesse dalla Russia”, ha affermato in mattinata il presidente del Consiglio europeo Charles Michel: “La guerra di Putin in Ucraina continua ad uccidere donne e bambini, a distruggere intere città. È un’aperta violazione del diritto internazionale. In tempi di crisi il dialogo serve più che mai”.

Zelensky parla con Macron delle garanzie di sicurezza

Il presidente ucraino Zelensky ha avuto un colloquio con il presidente francese Macron. Come ha scritto su Twitter, i due hanno parlato di “contrastare l’aggressione russa” e “del processo negoziale, del corso e delle prospettive, dell’importanza delle garanzie di sicurezza”. Ed ha concluso: “L’iniziativa francese sui corridoi umanitari da Mariupol deve essere attuata”. 

Metsola interviene al Parlamento di Kiev

Oggi si è svolta un’altra sessione di emergenza del Parlamento ucraino. Siamo lieti di dare il benvenuto alla presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola in Ucraina. Grazie per il suo supporto. E grazie all’Ue per l’azione decisiva”. Così Inna Sovsun, parlamentare ucraina.

Donna uccisa dai russi a Gostomel

Una donna e un bambino sono stati colpiti dall’esercito russo mentre erano nella loto auto. La donna è morta, come riferisce la commissaria per i diritti umani Lyudmila Denisova: “La donna è morta sul colpi, uccisa dopo essersi allontanata dalla sua abitazione”.

Kuleba: “Non confermo né smentisco rai su Belgorod”

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba sulla notizia del raid ucraino nella città russa di Belgorod, dove è stato bombardato un deposito di carburante: “Non posso confermare né smentire l’affermazione secondo cui l’Ucraina sia coinvolta in questo, semplicemente perché non sono a conoscenza di tutte le informazioni militari”. 

Sindaco Kiev: pesanti scontri vicino alla città

Come riferisce il Guardian, Vitaliy Klitschko, sindaco di Kiev ha raccontato di “enormi” battaglie al Nord e ad Est della capitale.

Convoglio di evacuazione lascia Melitopol

Un convoglio di 6 bus e oltre 300 auto impegnato nell’evacuazione di Melitopol ha lasciato la città. A dare l’annuncio Ivan Fedorov, il sindaco. Per diversi giorni i russi avevano bloccato i corridoi umanitari.

Di Maio: tetto massimo a prezzo gas, Ue dimostri coraggio

Siamo in un momento critico per tutta l’Europa e l’Ue deve mostrarsi coraggiosa. Per il nostro Paese e per tanti altri Stati membri serve subito un tetto massimo al prezzo del gas”. Così su Facebook il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio, che oggi e domani è atteso in Azerbaijan per rafforzare la friendship energetica tra Roma e Baku: “Come Italia lo stiamo chiedendo con forza e andremo avanti con la massima determinazione. Non possono esserci tentennamenti”.

Cnn: russi distruggono area oncologica ospedale Chernihiv

Alcuni proiettili hanno colpito direttamente l’ospedale regionale uno degli edifici, l’unità oncologica, è stato completamente distrutto. Tre persone hanno riportato gravi ferite”. Così il sindaco di Chernihiv Vladyslav Atroshenko annuncia la distruzione del reparto oncologia dell’ospedale cittadino e spiega che non ci sono acqua ed elettricità e che la città potrebbe restare senza cibo e medicine entro una settimana. Gli unici rifornimenti arrivano dai militari e dai volontari. “È una catastrofe umanitaria completa”. 

Erdogan: già oggi possibile data incontro Putin-Zelensky

Il presidente turco Erdogan ha dichiarato che c’è stato un “positivo avvicinamento” tra i presidente russo e ucraino che potrebbe portare presto a definire una data per il tanto atteso incontro. “Ieri ho parlato con Zelensky e oggi alle 16 parlerò con Putin e definiremo la data”. 

Al via evacuazione di 2mila civili da Mariupol

2mila civili stanno lasciando Mariupol. Molte auto private si sono unite a 42 bus scortati dalla Croce rossa e dal Servizio di emergenza ucraino di Berdyansk. Sono diretti a Zaporizhzhia. A dare la notizia, su Telegram, il consiglio comunale di Mariupol.

Bandiera della pace su statua di San Nocola donata a Bari da Putin

Mosca: leasing di aerei russi ai Paesi ostili pagato in rubli

Il presidente Putin ha approvato un meccanismo in base al quale le transizioni tra vettori aerei russi e società di leasing dei Paesi ostili avverranno in rubli tramite i conti aperti nelle banche russe. Lo riporta l’agenzia russa Interfax.

Ue lancia il piano di cambio valuta ucraina per i rifugiati

La Commissione europea lancia il suo piano di coordinamento per permettere ai milioni di rifugiati ucraini di cambiare la valuta locale, la grivnia, in euro. La proposta prevede un “approccio coerente e coordinato” dei regimi nazionali allo studio dei Paesi Ue con limiti massimi di 10mila grivna per persona, senza spese, al tasso di cambio ufficiale pubblicato dalla Banca nazionale ucraina.

Mosca: “invariata” posizione su Crimea e Donbass

La posizione russa su Crimea e Donbass “resta invariata”. La conferma arriva dal capo negoziatore di Mosca e assistente di Putin, Vladimir Medinsky, alla ripresa dei colloqui online tra le delegazioni.

Bilancio attacco a Mykolaiv sale a 28 vittime

Sale a 28 il numero delle vittime dell’attacco all’edificio dell’amministrazione statale regionale di Muykolaiv avvenuto martedì. Lo ha reso noto il governatore Vitaliy Kim, stando al Guardian.

Telefonata Putin-Lukashenko

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenkp ha avuto una telefonata con Putin per parlare della guerra e dei rapporti bilaterali.

Nuova esplosione a Belgorod

Media: tra i medici di Putin, specialista cancro alla tiroide

Il presidente russo Putin è spesso visitato da un medico specializzato in trattamento chirurgico del cancro alla tiroide. Lo riporta il media russo indipendente Proekt.

Al via nuovo round negoziati

Mosca: attacco Belgorod peserà sui colloqui

Pechino: La Nato andava sciolta dopo la fine della guerra fredda

In calo fornitura di gas verso Europa

La morte di Edy Ongaro

Edy Ongaro - Foto di Ansa Foto
Edy Ongaro – Foto di Ansa Foto

Il miliziano italiano di 46 anni Edy Ongaro, combattente con le forze separatiste del Donbass opposte a Kiev, è rimasto ucciso mercoledì in battaglia nel villaggio di Adveedka, al Nord di Donetsk, colpito da una bomba a mano. Ongaro, originario di Portogruaro, in Veneto, in battaglia si chiamava Bozambo, era in Donbass da anni. Faceva parte della Brigata Pryzrak, composta soprattutto da foreign fighters che si sono uniti alla causa filorussa a partire dal 2015.