Michael Schumacher, torna la paura: ancora una prova difficile per la famiglia

Michael Schumacher, torna la paura: ancora una prova difficile per la famiglia. Nelle ultime ore c’è stata di nuovo tensione

Da quando, più di otto anni fa, è cominciato il dramma umano di Michael Schumacher, tutto è cambiato nella sua famiglia e nessuno lo nasconde. Ecco perché le ultime ore non sono state facile anche se adesso tutti sono tornati a respirare.

Michael Schumacher
Michael Schumacher (ANSA)

Il terribile botto di Mick Schumacher nel corso delle Qualifiche in vista del GP a Jeddah per lunghi minuti ha gelato il sangue a tutti quelli che amano la sua famiglia. Perché Corinne e sua sorella Gina Maria stanno affrontano una prova non semplice con le cure che sta affrontando il padre. E un nuovo incidente rischiava di aggravare ancora di più la situazione.

Come sta veramente Michael Schumacher lo sanno soltanto loro e quei pochi che riescono ad entrare nella loro villa. Ma le ultime parole di Flavio Briatore, intervistato pochi giorni fa dal ‘Corriere della Sera’ fanno capire molto. “Quando devi parlare di lui, pensando a come è adesso, è molto dura per tutti quelli che come me lo hanno frequentato. Bisogna soltanto pregare, solo un miracolo potrebbe farlo tornare la persona di prima”.

Michael Schumacher, torna la paura: le parole di Mick hanno fatto calmare tutti

L’incidente di Mick Schumacher a Jeddah (ANSA)

La notizia che tutti volevano sentire era già arrivata sabato sera. Nonostante il botto fortissimo, a quasi 250 km/h, Mick Schumacher sta bene anche se è stato costretto a saltare la gara di oggi. Ma era regolarmente ai box e ha seguito il suo compagno, Kevin Magnussen, che ha disputato un ottimo Gran Premio.

Intervistato da  Sky Sport poco prima del via, il pilota tedesco ha rassicurato tutti. “Sto bene, non ho dolori ed è la dimostrazione della sicurezza di queste macchine. Tempo fa non sarebbe stato possibile uscire con le proprie gambe, devo ringraziare tutte le persone che hanno pensato alla mia sicurezza”.

Mick Schumacher sta bene (ANSA Twitter)

Mick ha raccontato di aver visto il muretto che si avvicinava e ha pensato solo a come cercare di ammortizzare l’impatto. “Adesso devo pensare a Melbourne” ha concluso, perché tra due settimane tornerà in pista anche lui.