Covid, Meluzzi: “Chiamano non vaccinati anche quelli che hanno fatto la prima e la seconda dose”

Su Djokovic: "Ha dimostrato che questo regime di galeotti dell’Australia al servizio della Pfizer è uno schifo. Ormai, che giochi o meno, ha vinto la sua partita”.

(Facebook)

Chiamano non vaccinati anche quelli che hanno fatto la prima e la seconda dose” e che adesso sono ricoverati e rientrano nella percentuale delle ospedalizzazioni di questi giorni. Ad affermarlo è Alessandro Meluzzi, psichiatra, intervistato da Enrico Camelio di notizie.com.

LEGGI ANCHE: Djokovic resta in Australia: il Governo deciderà domani se annullare di nuovo il visto all’atleta

Meluzzi: “Chi è vaccinato legge i numeri in una certa maniera”

Secondo il medico i numeri della curva epidemiologica, dei morti e dei contagi, vengono letti in modo diverso: “La mente umana si conforma alle sue aspettative. Quindi è chiaro che chi è vaccinato li legga in una certa maniera, ma i fatti sono incontrovertibili: questo siero immunologico con protegge dal contagio e dalla malattia”.

Meluzzi si dice preoccupato per i possibili effetti del vaccino: “Oggi vogliono raccontarci che fa venire la malattia in forma lieve, ma io attendo di vedere gli effetti nel medio e lungo periodo”. E specifica: “L’unica cosa chiara è che è una semplice influenza. Conosciamo l’esito del Covid, ma non quelli del vaccino. Questa è la ragione per cui ho più paura del vaccino che del Covid”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Silvia Tortora, figlia di Enzo Tortora, è morta all’età di 59 anni

Alla domanda se sia giusto vaccinare bambini e donne incinta, Meluzzi risponde: “La fonte di informazione principale dei medici sono gli informatori farmaceutici con corsi di formazione alle Maldive”. Inoltre, sui ragazzi che rispettano le regole a scuola: “Sono domati come i polli di allevamento, non protestano”.

E sulla vicenda di Djokovic: “Ha dato una testimonianza splendida, coraggiosa, esteticamente bella. Ha dimostrato che questo regime di galeotti dell’Australia al servizio della Pfizer è uno schifo. Ormai, che giochi o meno, ha vinto la sua partita”.