Ibrahimovic, notte di fuoco per il bomber del Milan: tifosi senza parole

Una notte di fuoco quella che ha vissuto il bomber del Milan Zlatan Ibrahimovic. I festeggiamenti hanno stupito i tifosi

ibrahimovic
Festa a sorpresa per Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Zlatan Ibrahimovic ha di recente spento le 40 candeline. Una carriera lunghissima e ricca di soddisfazioni quella del bomber svedese, che punta a tornare in campo con la maglia del Milan dopo la sosta per dare una mano ai suoi compagni. L’attaccante è ancora alle prese con un fastidio al tendine d’Achille, ma non risponderà alla chiamata della Svezia proprio per recuperare al meglio.

Intanto, mentre i rossoneri espugnavano il Gewiss Stadium, Ibra si è reso protagonista di una notte di fuoco all’Hyatt Centric Milan Centrale. Presenti all’evento tantissimi ospiti, alcuni a sorpresa. E i tifosi sono rimasti senza parole.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Edinson Cavani arriva a gennaio: colpo stratosferico!

Ibrahimovic, festa super per i 40 anni: tantissimi gli ospiti

ibrahimovic
Tantissimi i suoi ex compagni di squadra e dirigenti presenti (Screenshot Instagram)

Una festa incredibile quella organizzata per i 40 anni di Zlatan Ibrahimovic. All’Hyatt Centric Milan Centrale, un hotel in zona Piazza Repubblica, lo svedese è stato accolto da tantissimi ex compagni di squadra che lo hanno accompagnato nella sua lunga carriera. Da Verratti a Pogba, passando per Sirigu, Zambrotta, Cassano, Oddo, Ambrosini e Abate. Presenti anche Galliani, Paolo Maldini e Riky Massara, ai quali si sono aggiunti alcuni suoi compagni attuali come Saelemaekers, Leao e Giroud.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Calciomercato Juventus, incredibile retroscena: “Avevano proposto Szczesny”

Presente a sorpresa anche Gianluigi Donnarumma, ex portiere rossonero che si è lasciato in maniera tutt’altro che idilliaca con dirigenza e tifosi. La festa è stata organizzata dalla moglie Helena, arrivata a Milano insieme ai figli Maximilian e Vincent. Finiti i festeggiamenti, ora l’attaccante punta a tornare in campo dopo la sosta delle nazionali.