Serena Autieri si commuove in diretta: il motivo – VIDEO

0

Serena Autieri si è commossa in diretta al termine della sua prima vera esperienza da conduttrice su Rai 1

Dopo 3 mesi di trasmissione, Dedicato condotto da Serena Autieri è giunto al termine. Da giugno, il programma ha raccolto soddisfacenti dati in termini d’ascolti, ancor più all’inizio dell’avventura che, ormai, è giunta al termine.

LEGGI ANCHE > > > Antonella Clerici, arriva il doppio rifiuto: nessuno se lo aspettava

NON PERDERTI > > > Fedez risponde a Pio e Amedeo: ironia pungente e parole durissime – VIDEO

Come ogni addio -o forse un arrivederci?- è stato molto doloroso e la conduttrice partenopea ha voluto ringraziare chi ha reso possibile la sua esperienza: “Iniziamo ringraziando il direttore Stefano Coletta e il vicedirettore Giovanni Anversa che oggi è qui. E’ stata un’esperienza per me incredibile, grazie“.

LEGGI ANCHE > > > Katia Ricciarelli, decisione curiosa prima di approdare al GF Vip: fan in visibilio

Serena Autieri, la commozione e le sue parole

Serena Autieri
(@Twitter)

Oggi l’anteprima del programma è iniziata in maniera particolare: con Serena Autieri dotata di un grande scatolone di fazzoletti pronta a salutare la trasmissione che l’ha resa conduttrice per tutta l’estate. In chiusura ha affermato emozionata: “La prima volta che siamo entrati in questo studio, e già piango, l’estate era già cominciata, faceva caldo e nell’aria abbiamo sentito una brezza leggera, ed era la voglia di abbracci e di colmare quest’assurda distanza a cui siamo stati costretti. Siccome gli abbracci non si potevano e non si possono ancora dare, abbiamo cercato un modo per abbracciare, suonare, dedicare le canzoni alle persone a cui vogliamo bene”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Anticipazioni Il Paradiso delle Signore, avvertimenti e minacce: colpi di scena

Per concludere, la Autieri ha voluto ringraziato chi ha scelto di seguirla: “Questa fine voglio dedicarla a voi. Voglio dedicare questo viaggio che abbiamo fatto a te, a te che hai perso qualcuno e che dopo le condoglianze, le lacrime, sei rimasto da solo a ricordarlo ogni giorno. A te che hai quindici anni e pensi di essere brutta, invece sei semplicemente meravigliosa. A te che ne hai cinquanta e pensi che non troverai più lavoro, a te che hai paura di andare a letto perchè i pensieri parlano troppo forte nella tua testa. A te che fai la mamma e lavori e pensi che da sola non ce la fai, da quando lui se n’è andato. A te, proprio a te, voglio dirtelo che non sei solo, che sei amato più di quanto immagini, al punto che tutto ciò che esiste è dedicato, sì, è dedicato a te”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui