Controllori anti-Covid sugli autobus, fanno discutere le nuove misure contro il virus prese dal Cts

Controllo di biglietto, mascherina, metro di distanziamento e capienza massima all'80 per cento: queste le nuove mansioni per i controllori di autobus e metro previste dal Comitato tecnico-scientifico

0

Biglietto, mascherina, un metro di distanziamento e capienza massima dell’80 per cento: queste le nuove mansioni per i controllori

Autobus Roma

Nemmeno il tempo di istituire la nuova figura del controllore anti-Covid chiamato a far rispettare le norme di distanziamento sociale su bus e metropolitane, che subito si scatenano le polemiche: “Il ministro Giovannini ci dia risorse per assumere 6500 verificatori” tuona Roberto Ricci, sindacalista della Cisl Trasporti di Roma riferendosi alla difficile situazione in cui si trova l’azienda di trasporto pubblico della Capitale, l’Atac.

I nuovi verificatori sono previsti dalle linee guida sul trasporto pubblico emanate dal Cts e sono state trasmesse in queste ora a Regioni e Mit. Questi controllori dovranno verificare sia il possesso dei biglietti di viaggio, sia che i viaggiatori indossino correttamente la mascherina, mantengano il metro di distanza tra di loro e che il mezzo di trasporto contenga al massimo l’80 per cento di passeggeri.

coronavirus palermo

Carenza di personale in Atac

“Se è sacrosanto e necessario controllare il rispetto dei protocolli anti-Covid sui mezzi pubblici, veicolo di contagio, il risvolto della medaglia è che le armi per i controlli sono spuntate”, avverte Ricci. Gli fa eco anche Natale Di Cola, segretario Cgil Roma e Lazio: “Atac dispone di 245 verificatori per 1.500 vetture che usciranno ogni giorno con la ripresa delle scuole. La sproporzione è evidente”.

autobus

La Regione Lazio non prende posizione

La Regione Lazio dovrà attuare le indicazioni del Cts e del ministero delle Infrastrutture, ma per il momento non si è ancora espressa sul tema. L’opinione comune è che la figura del verificatore anti-Covid non potrà essere messa in campo nei prossimi giorni. Si attende un vertice tra i presidenti di Regione e il ministro Giovannini per fare il punto sulla ripresa dell’anno scolastico e sul conseguente affollamento dei mezzi di trasporto pubblico.

Autobus Atac

Multe impossibili

Il punto più critico è che i controllori dell’Atac, così come quelli delle aziende di trasporto pubblico, non hanno i poteri per multare chi non indossa la mascherina o non rispetta il distanziamento sociale dagli altri viaggiatori.

Aggressioni e minacce ai controllori

Timori vengono espressi anche dagli stessi controllori, che denunciano già oggi aggressioni quotidiane, insulti e minacce: “Fare il verificatore è diventata un’attività veramente a rischio. Per questo si cerca di puntare più sulla prevenzione che sulla repressione”, sostiene Carlo Davoli, portavoce Rsu in Atac: “I colleghi salgono sul bus in squadre di quattro e aspettano qualche fermata prima di chiedere il biglietto, per dar modo ai passeggeri che ne sono sprovvisti di scendere”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui