Cashback addio, spunta un altro bonus: come funziona e a chi è destinato

0

Cashback addio, spunta un altro bonus approvato dal governo per sostituirlo: vediamo insieme come funziona e a chi è destinato

Nessun ripensamento da parte del governo Draghi. Almeno fino a gennaio non parleremo più di cashback per gli italiani, ma il principio è salvo. Perché sempre dall’esecutivo è arrivato il via libera al bonus bancomat, nato con le stesse finalità del Cashback di Stato e del Super caschback.

Cashback
(Pixabay)

L’idea è quella di promuovere sempre di più l’utilizzo dei pagamenti con strumenti elettronici, solo che i rimborsi questa volta saranno per gli esercenti e non per il pubblico. Infatti è rivolto ai titolari di Partita Iva che cedono beni oppure erogano servizi a favore dei consumatori. Potranno quindi acquistare o noleggiare dispositivi per permettere il pagamento elettronico con carta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus bancomat 2021: come funziona e chi può chiederlo

Cashback addio, spunta un altro bonus: come richiederlo e cosa serve per ottenerlo

In ballo ci sono rimborsi fino ad un massimo di 480 euro per ogni soggetto sotto forma di credito d’imposta per l’acquisto, il noleggio e l’utilizzo di Pos collegati a registratori di cassa. Inoltre previsto anche l’azzeramento delle commissioni sulle transazioni.

In pratica il rimborso massimo sarà di 160 euro per le spese destinati a dotarsi di dispositivi elettronici di pagamento. I possessori di partita Iva che consentono il pagamento dei beni e delle prestazioni con strumenti di pagamento elettronico avranno un credito d’imposta del valore massimo di 320 euro.

Cashback
(Pixabay)

Per le spese di acquisto o noleggio di strumenti di pagamento elettrici tecnologicamente evoluti, il rimborso sarà del 70% per ricavi tra i 200mila e 1 milione di euro e 40% per ricavi tra 1 milione e 5 milioni. Invece coloro che hanno ricavi tra 1 e 5 milioni di euro riceveranno il 10% dell’importo speso per l’acquisto o noleggio di dispositivi elettronici. Infine chi ha ricavi tra i 200mila e 1 milione di euro il 40%ne per ricavi sotto i 200mila euro il 70%

Come fare per ottenere il bonus bancomat? L’esercente dovrà consegnare al proprio commercialista i documenti necessari, a partire da fatture e scontrini dell’effettivo acquisto o noleggio dei dispositivi. Saranno poi caricati per ottenere il rimborso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui