Federica Pellegrini, la paura del mare e non solo: quattro curiosità su di lei

0

Federica Pellegrini è nella storia. A Tokyo 2020, tra le migliori otto c’è il suo nome e mercoledì proverà a portare a casa una medaglia d’oro.

Pellegrini
Federica Pellegrini (Getty Images)

Nessuna come lei: Federica Pellegrini è entrata nella storia qualificandosi all’ultimo atto dei 200 stile libero con il 7° tempo. Per la nuotatrice azzurra è la quinta finale olimpica nella stessa specialità, prima donna a riuscirci, eguagliando il record di Michael Phelps.

È tutto un equilibrio sopra la follia. In Giappone, nel tempio degli dei olimpici, in lacrime dopo il risultato raggiunto c’è un’atleta gigantesca (per titoli vinti e qualità tecniche) la cui carriera verrà ricordata come quella di una leggenda del nuoto. “In questo traguardo, in questa quinta finale, ci sono 20 anni di vita, la mia”, è quanto affermato da Federica a margine della sua prestazione in piscina.

Federica Pellegrini, la paura del mare e non solo: quattro curiosità su di lei

Federica Pellegrini
Federica Pellegrini (Foto: Getty)

È l’atleta del momento, ma il suo nome è già leggenda. La Pellegrini è l’idolo di tutti e un esempio per i più giovani. Molti pensano di conoscerla bene, sarà veramente così?

  • Che ci crediate o no, la finalista di Tokyo 2020 dei 200 stile libero ha paura del mare. Questa notizia ai molti sembrerà strana o addirittura una fake, ma non è così. È stata proprio lei a riconoscere di non avere un buon rapporto con il mare aperto e di non sentirsi a suo agio. Ha provato anche a prendere un brevetto per immersioni ma ha rinunciato dopo una lezione.
  • La classe non è acqua. A soli 16 anni Federica viene convocata per le Olimpiadi di Atene 2004. L’oro olimpico le sfugge per soli 19 centesimi di secondo: a causa della giovane età e dell’ovvia inesperienza, non nota il recupero da parte della romena Potec, che vincerà l’Oro. Per Federica, argento olimpico, sarà il primo di molti record: a 16 anni e 12 giorni, è sarà l’atleta italiana più giovane a salire su un podio olimpico per una gara individuale.
  • Nel 2007 Federica conquista il primato mondiale dei 200 metri, superando quello conquistato nel 2002 dal suo idolo in vasca, la tedesca Franziska van Almsick, ma non solo. In quegli anni si forma un triangolo amoroso tra lei, la rivale (in vasca e non) Laure Manaudou, francese, e il di lei ormai ex compagno, l’italiano Luca Marin. La Pellegrini batterà la francese su entrambi i campi, strappando alla Manaudou il record sui 400 metri.
  • Per ultimo, non per importanza, bensì per cronologia degli avvenimenti, la finale conquistata a Tokyo 2020. Federica è la prima donna di sempre a qualificarsi per cinque finali in cinque Olimpiadi consecutive nella stessa specialità. Prima di lei solo Michael Phelps c’è riuscito gareggiando da Sydney 2000 a Rio 2016 nella sua gara del cuore, i 200 farfalla.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui