Monete rare, questa da 20 centesimi vale 100.000 euro: controllate subito!

0

Ci sono alcune monete rare che valgono un vero e proprio patrimonio. Questa da 20 centesimi può essere venduta a 100.000 euro

monete rare
Monete rare, ce n’è una da 20 centesimi che vale 100.000 euro (Pixabay)

Il mondo del collezionismo si arricchisce ogni giorno di pezzi rarissimi e che possono arrivare a valere cifre spropositate. Dalle monete ai francobolli, passando per sneakers e vinili: ce n’è veramente per tutti i gusti! Tra i mercati più fiorenti, c’è sicuramente quello legato alle vecchie lire e agli euro.

Che sia per errori di conio o per particolari ricorrenze storiche, ci sono alcuni pezzi che valgono cifre altissime. Questo perché i migliaia di collezionisti in tutto il mondo vogliono arricchire la propria lista soprattutto con quelle monete più introvabili, per un motivo o per un altro. Ce n’è una da 20 centesimi il cui valore ha superato i 100.000 euro: controllate subito, potreste averla anche voi!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Francobolli rari, ce n’è uno che vale quasi 20.000 euro: come riconoscerlo

Monete rare, i 20 centesimi del 1863 da 100.000 euro

50 Lire
Si tratta di un particolare pezzo risalente agli anni del Regno d’Italia (WebSource)

Per arrivare a valere 100.000 euro, si tratta ovviamente di una delle monete più rare al momento sul mercato. Coniata nel 1863 e disponibile solamente in 461 pezzi, questa specifica moneta da 20 centesimi di Vittorio Emanuele II venne creata per sostituire i vecchi 25 centesimi di lira (come previsto dalla nuova legge monetaria del tempo).

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Monete rare da 10 centesimi, questa vale una fortuna: controllate subito!

Considerata l’incredibile somiglianza con le 5 lire in oro, il Regno d’Italia decise dopo poco di rimuoverle dal mercato. Ed è per questa ragione che ci sono così pochi pezzi in circolazione. Ma cosa bisogna fare per riconoscerla subito? Tale moneta presenta il re Vittorio Emanuele II rivolto verso destra in un lato, con sotto la data 1863. Nell’altro, invece, vi è lo stemma del Regno d’Italia. Come riportato da moneterare.net, di recente due di queste monete sono state vendute a oltre 100.000 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui