Formula 1, GP Bahrain 2021: Hamilton batte Verstappen, Leclerc sesto

0

Formula 1, GP Bahrain 2021: Lewis Hamilton deve sudare fino all’ultimo giro per tenere dietro uno scatenato Verstappen ma ce la fa

(Getty Images)

Ancora Mercedes, ancora Lewis Hamilton ma questa sarà una stagione diversa. Perché il campione del mondo ripartito da dove aveva lasciato (anche se ad Abu Dhabi aveva trionfato Verstappen), ma la lotta con la Red Bull nel GP del Bahrain si è conclusa solo sotto la bandiera a scacchi.

Prestazioni simili tra l’inglese e il suo avversario numero uno, ma diversa strategia ai box e quella ha pagato nonostante nel finale Verstappen sia arrivato a prendere la targa della Mercedes. Un duello bellissimo come bella è stata tutta la gara, aperta dall’incidente della Haas di Mazepin che ha fatto entrare la prima safety car dell’anno.

Tutti gli altri hanno lottato solo per i piazzamenti, con Vallteri Bottas terzo ma ottime risposte sia dalla McLaren che dalla Ferrari soprattutto con Charles Leclerc. Terzo al primo giro, con un sorpasso capolavoro su Bottas, poi a combattere con Norris e Perez per la quarta posizione anche se alla fine ha chiuso sesto. Poco più indietro Carlos Sainz, ottavo.

(Getty Images)

POTREBBE INTERSSARTI ANCHE >>> F1 Gp di Bahrain, streaming gratis: dove vedere la gara in diretta

GP Bahrain, il giallo del sorpasso vietato di Verstappen: alla fine Hamilton se la gode

Sul risultato finale ha pesato anche un giallo: il sorpasso di Verstappen su Hamilton è avvenuto in curva 4, fuori dalla zona limite. E così dal muretto Red Bull è partito l’ordine all’olandese di farsi ripassare per evitare penalità. Ma a quel punto non ha più trovato lo spunto per tentare l’attacco.

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (Getty Images)

Alla fine quindi Hamilton se la gode: “Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile e Max è andato forte per tutto il weekend. Certo, ogni anno si parla di Verstappen, sta facendo molto bene e dovremo fare il massimo per tenerli dietro. Ma adoro le sfide e mi sta bene così anche se è stata durissima”.

Ora per il Mondiale di Formula 1 tre settime di stop prima di riprendere con il GP di Imola il 18 aprile, seguito due settimane dopo da quello del Portogallo a Portimao. La Ferrari arriverà a fari spenti, ma intanto rispetto a quello che avevamo visto qui quattro mesi fa, è già un’altra aria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui