Covid, il Viminale ai prefetti: “Controlli mirati nelle aree più sensibili”

0

In una circolare del Viminale ai prefetti si richiede di attenzionare le zone più a rischio soprattutto nelle giornate festive e prefestive 

Covid, il Viminale ai prefetti, controlli mirati
Carabinieri, controlli mirati (Foto: Getty)

L’aumento dei contagi da Sars-Cov.2 sta spaventando il mondo scientifico. A preoccupare più di tutte, la diffusione delle varianti. Per questo motivo il capo di Gabinetto, Bruno Frattasi, ha firmato una nuova circolare indirizzata ai prefetti in cui si richiede di intensificare i controlli anti-Covid svolgendo la massima attenzione soprattutto nelle zone più a rischio.

I controlli delle forze dell’ordine devono essere ancor più accurati in corrispondenza delle giornate festive e prefestive. “Controlli mirati lungo le strade di scorrimento extra-urbano, potenzialmente interessate da flussi di traffico più intensi anche nel periodo pasquale”, si legge nella circolare.

Stessa attenzione dovrà essere rivolta a stazioni ferroviarie ed aereoportuali. La circolare, a firma di Bruno Frattasi invita ad una disciplina più rigorosa facendo riferimento al decreto legge del 13 marzo.

VEDI ANCHE>>> Vaccini, l’EMA annuncia: “Pfizer, Moderna e J&J efficaci contro le varianti”

Il bollettino nazionale di oggi, martedì 16 marzo

Covid
Test tampone (Foto: Getty)
Intanto sul fronte nazionale non arrivano notizie positive rispetto a ieri. Il numero dei nuovi contagiati aumenta arrivando a 20.396 (ieri erano 15.267). Anche il numero dei decessi subisce un aumento raggiungendo quota 502 (nella giornata di ieri erano 354).
Peggiora anche la situazione negli ospedali dove si registra un numero record di nuovi ricoveri in terapia intensiva. Difatti i pazienti ricoverati, con i +99 odierni, tornano sopra a quota 3mila.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui