Zona rossa, dalle restrizioni di Pasqua al piano vaccinale: cosa cambierà

0

L’Italia si prepara ad una nuova zona rossa nazionale, con nuove restrizioni ed un piano vaccinale pronto a cambiare: cosa ci aspetta nei prossimi giorni.

Zona rossa restrizioni piano vaccinale
Urgono nuove misure per fermare la corsa della pandemia (Getty Images)

L’Italia è entrata in piena terza ondata di Covid-19. Nella giornata di ieri il premier Mario Draghi ha escluso un nuovo lockdown nazionale, ma adesso è pronto ad introdurre nuove restrizioni che comprendono una zona rossa con parametri più stretti ed un nuovo piano vaccinale. Le decisioni, però, arriveranno solamente dopo i numeri dell’ultima bozza dell’Istituto Superiore dei Sanità. Una corsa, quella del virus, che deve essere assolutamente contrastata.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Covid-19, terminato l’incontro a Palazzo Chigi: venerdì la decisione su strette

Nella giornata di ieri, in merito, è tornato a parlare anche il Ministro della Salute, Roberto Speranza. Ai microfoni il ministro ha ribadito l’importanza di nuove misure, visto che grazie alle varianti stanno aumentando casi, tasso di positività e decessi. La variante corre più del ceppo originario, ma ad oggi una soluzione c’è e quella sono i vaccini. Dopo Pasqua, con l’arrivo dei sieri Johnson & Johnson anche il piano vaccinale dovrà avere un’accelerata, altrimenti si prolungherà l’emergenza sanitaria. Andiamo quindi a vedere le misure del nuovo governo.

Zona Rossa, a Pasqua nuove restrizioni e piano vaccinale rinnovato: le misure di Mario Draghi

Mario Draghi cambio campagna vaccinale
Mario Draghi discute sulle nuove misure da prendere durante le festività (Getty Images)

Con l’arrivo della bozza dell’Istituto Superiore della Sanità, il premier Mario Draghi discuterà sulle nuove restrizioni da prendere. Infatti con molte probabilità avremo una Pasqua molto simile all’ultimo Natale. Visite ai parenti limitate e nssun pranzo di famiglia. Il tutto dopo l’ultimo bollettino che ha fatto registrare 22.409 nuovi contagi e 332 morti. Ad oggi, l’unica cosa certa è il passaggio alla zona rossa se vengono registrati più di 200 casi ogni 100mila abitanti.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Romano (Pd) a iNews24: “Da Zingaretti parole eccessivamente severe. Io non mi vergogno di essere iscritto al Pd”

Non è stato ancora preso un provvedimento sullo stop agli spostamenti tra comuni, infatti dovrebbero essere consentiti in zona arancione e gialla, mantenendo il coprifuoco alle ore 22. C’è quindi da definire quando implementare la stretta, con Draghi che pensa a questo weekend del 13 e 14 marzo comprimendo, così i tempi. Il premier, però dovrebbe dare la svolta specialmente sul piano vaccinale. Infatti si sta cercando di capire quante saranno le nuove dosi in arrivo.

Nella giornata di ieri, Pfizer ha annunciato 4 milioni di dosi in arrivo nell’Unione Europea nelle prossime settimane. Ben 532mila di queste arrriveranno nella penisola italiana. Con il nuovo piano vaccinale, una volta conclusa la campagna per gli Over 80, si cercherà di mettere in sicurezza anche le altre fasce della popolazione. Intanto le Regioni cercano di avanzare proposte per il nuovo piano vaccinale di Mario Draghi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui